13 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 20.11
Palermo

Sabato 17 l'amichevole a Petralia

Castelbuono calcio, Di Salvo: “Dare il benvenuto al Palermo è un onore” | Intervista

16 Agosto 2019

Il Palermo calcio si appresta a scendere in campo nella sua prima amichevole stagionale. Sul campo di Petralia Sottana, la squadra allenata da Rosario Pergolizzi affronterà il Castelbuono, rappresentativa locale militante in Promozione.

Abbiamo sentito telefonicamente l’allenatore della squadra madonita, Carmelo Di Salvo, che ci ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita di domani e sulla prossima stagione.

Carmelo Di Salvo proviene dalla parentesi a Scordia, da dove si è spostato a causa di problemi di impiantistica. Rosario Pergolizzi, attuale mister della SSD Palermo, è un suo modello di riferimento sia per quanto riguarda lo stile di allenamento, sia per la gestione del gruppo.

Buonpomeriggio mister, quali sono le impressioni sulla partita di domani?

Intanto, per uno che tifa Palermo come me è un onore dare benvenuto alla nuova società rosanero e ad un allenatore che stimo moltissimo come Rosario Pergolizzi“.

Quali sono i vostri obiettivi per la prossima stagione? Puntate su una rosa di giovani?

L’obiettivo stagionale per il Castelbuono è ben figurare e, se possibile, raggiungere una posizione ai margini dei play-off. La società è stabile e solida, composta da ragazzi giovani che domani avranno voglia di mettersi in mostra con una realtà come Palermo“.

Come vede il prossimo campionato di Serie D?

Da addetto ai lavori, sul campionato di Serie D mi sento di dire che la strada del Palermo, sia sotto il profilo tecnico che per il resto, è in discesa. L’esclusione della Turris dal Girone I agevola molto i rosanero. Le uniche squadre che possono competere sono le due Messinesi (ACR Messina e FC Messina n.d.r.) e il Savoia, ma un allenatore come Rosario Pergolizzi è bravo a tenere unito il gruppo che ha disposizione. Il Palermo è favorito senza ombra di dubbio“.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
LiberiNobili
di Laura Valenti

Donne che amano troppo

Le vie della dipendenza relazionale sono da rintracciare nell’infanzia perché si è stati emotivamente deprivati di tutte quelle conferme necessarie a una buona e sana crescita del sé e per via dei condizionamenti socioculturali e religiosi che portano a essere maledettamente insicuri e dipendenti nella relazione con il proprio partner.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.