Castelbuono calcio, Di Salvo: "Dare il benvenuto al Palermo è un onore" | Intervista :ilSicilia.it
Palermo

Sabato 17 l'amichevole a Petralia

Castelbuono calcio, Di Salvo: “Dare il benvenuto al Palermo è un onore” | Intervista

16 Agosto 2019

Il Palermo calcio si appresta a scendere in campo nella sua prima amichevole stagionale. Sul campo di Petralia Sottana, la squadra allenata da Rosario Pergolizzi affronterà il Castelbuono, rappresentativa locale militante in Promozione.

Abbiamo sentito telefonicamente l’allenatore della squadra madonita, Carmelo Di Salvo, che ci ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita di domani e sulla prossima stagione.

Carmelo Di Salvo proviene dalla parentesi a Scordia, da dove si è spostato a causa di problemi di impiantistica. Rosario Pergolizzi, attuale mister della SSD Palermo, è un suo modello di riferimento sia per quanto riguarda lo stile di allenamento, sia per la gestione del gruppo.

Buonpomeriggio mister, quali sono le impressioni sulla partita di domani?

Intanto, per uno che tifa Palermo come me è un onore dare benvenuto alla nuova società rosanero e ad un allenatore che stimo moltissimo come Rosario Pergolizzi“.

Quali sono i vostri obiettivi per la prossima stagione? Puntate su una rosa di giovani?

L’obiettivo stagionale per il Castelbuono è ben figurare e, se possibile, raggiungere una posizione ai margini dei play-off. La società è stabile e solida, composta da ragazzi giovani che domani avranno voglia di mettersi in mostra con una realtà come Palermo“.

Come vede il prossimo campionato di Serie D?

Da addetto ai lavori, sul campionato di Serie D mi sento di dire che la strada del Palermo, sia sotto il profilo tecnico che per il resto, è in discesa. L’esclusione della Turris dal Girone I agevola molto i rosanero. Le uniche squadre che possono competere sono le due Messinesi (ACR Messina e FC Messina n.d.r.) e il Savoia, ma un allenatore come Rosario Pergolizzi è bravo a tenere unito il gruppo che ha disposizione. Il Palermo è favorito senza ombra di dubbio“.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona