16 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.59

domenica 25 agosto

Castelbuono Classica: gran finale con Giovanni Sollima e Arianna Art Ensemble

25 Agosto 2019

Gran finale oggi, domenica 25 agosto, con l’atteso concerto di Giovanni Sollima per la quinta edizione di Castelbuono Classica.

Alle 21.00 il virtuoso violoncellista palermitano salirà sul palco del Chiostro di San Francesco insieme all’Arianna Art Ensemble – Chiara Zanisi e Sara Bagnati: violino; Giorgio Chinnici: viola; Cinzia Guarino: clavicembalo; Andrea Rigano: violoncello; Paolo Rigano: arciliuto e chitarra barocca; Alessandro Nasello: fagotto, flauto, percussioni – per presentare “The missing link”, progetto che parte dalle opere di Giovanni Battista Costanzi, compositore e violoncellista romano del Settecento, sconosciuto ai più, che Sollima ama definire “l’anello mancante della storia del violoncello”.

In programma il Concerto in Sol maggiore, il Concerto in Fa maggiore e la Sinfonia in Re maggiore di Costanzi, straordinari per evoluzione tecnica e virtuosistica e caratterizzati da grande forza lirica ed espressiva, accanto a pagine di Paolo Rigano (“La fuga La terra Il viaggio” – Variazioni sull’antica melodia popolare sefardita “El rey de Francia”), di Santiago De Murcia (“Tarantella”) e dello stesso Giovanni Sollima (“Fandango”, “The haunting sonata. Siciliana e Giga” e “Fecit Neap. 17…”).

Alle 18.00, per l’ultimo degli eventi pomeridiani a ingresso libero, appuntamento alla Chiesa del Monte con il recital della giovane arpista palermitana Laura Vitale, che proporrà musiche di Händel, Poenitz, Schubert, Posse, Spohr, Puccini, Hindemith ed Ellington.

Come da tradizione, Castelbuono Classica sostiene il legame tra la musica e l’arte contemporanea. A definire il volto grafico della quinta edizione è Maurizio Pometti, pittore e disegnatore catanese dalla pennellata rugosa e sintetica e dal sapiente cromatismo, le cui opere sono state utilizzate per la comunicazione visiva dell’intera kermesse e la cui personale è ospitata presso Putia Art Gallery di Castelbuono.

Castelbuono Classica è organizzata da Moger Arte e Cultura con il patrocinio e il sostegno del Comune di Castelbuono, della Regione Siciliana – Ass. Turismo, Sport e Spettacolo e del Museo Civico di Castelbuono, con la collaborazione di Almendra Music, Putia Art Gallery, Officine Grafiche, Primo Spazio e Adidì e con il supporto di Cantina Abbazia Santa Anastasia, Audi Zentrum Palermo, Abitare e Biscottificio Forti.

I biglietti per il concerto di Giovanni Sollima & Arianna Art Ensemble (20 euro + diritti di prevendita) sono disponibili presso Putia Art Gallery di Castelbuono e online su Eventbrite.it. Info al numero 3206661258 o all’indirizzo mail info@castelbuonoclassica.it.

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.