Castelbuono: nuovo "skyline" artistico all'ingresso del paese | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

il comune sulle madonie

Castelbuono: nuovo “skyline” artistico all’ingresso del paese | FOTO

di
30 Dicembre 2020

SCORRI LE FOTO IN ALTO

Non sarà grande come quelle installate negli ingressi delle grandi città del nord Italia, ma è sicuramente più artigiana oltre che assolutamente unica nel suo genere.

Centinaia di kg di ferro modellato dagli artigiani castelbuonesi Tommaso e Simone Sottile formano la scritta con il nome Castelbuono in bianco sovrapposta allo skyline del paese in color rame. L’opera è stata adagiata sulla verdeggiante semirotonda all’ingresso di Castelbuono (PA) per chi arriva da Cefalù, per salutare chi arriva dando il benvenuto in paese.

Un notevole colpo d’occhio, un vero e proprio biglietto da visita che coniuga e associa i tesori del paese: il brand che ormai rende riconoscibile la nostra comunità, la qualità dell’artigianato locale e lo splendore del paesaggio urbano e naturale, anche grazie al Castello e le montagne sullo sfondo.

L’Assessore comunale al Turismo Dario Guarcello, che ha  lavorato all’idea e all’installazione dell’opera, spiega: «Una “cartellonistica d’autore” per dare lustro all’ingresso del paese che contiamo di realizzare anche negli altri ingressi del paese arrivando da Geraci o Isnello. E senza spendere un euro dal bilancio ma utilizzando i fondi derivanti dalla tassa di soggiorno. La realizzazione della stessa vede una delle tante eccellenze artigiane che confermano l’altissima specializzazione e la professionalità raggiunta dalle maestranze che operano nel comparto del ferro a Castelbuono. Vogliamo incentivare questa modalità di accoglienza per chi arriva nei nostri paesi che potrebbe diventare una moda e caratterizzare tutti i centri madoniti diventando una nuova forma di investimento per l’utilizzo della tassa di soggiorno e creare piccola economia locale».

Un ringraziamento particolare va nuovamente dato ai dipendente Angela Ficarra, Maurizio Piro e Ninni Tumminello per aver lavorato fianco a fianco con l’Arch. Antonio Dolce al fine di portare avanti anche questo piccolo progetto di valorizzazione turistica, sociale ed ambientale.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.