Castelbuono 'rossa e azzurra' contro la violenza su donne e bambini :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Castelbuono ‘rossa e azzurra’ contro la violenza su donne e bambini

di
8 Luglio 2021

Saranno installate in piazza Parrocchia a Castelbuono due panchine, una rossa e una blu, per testimoniare e rendere viva l’attenzione verso temi sensibili come la violenza sulle donne e la violenza sui bambini. Le panchine saranno allocate nello spazio intorno il monumento ai caduti, in piazza parrocchia.

Per il sindaco Mario Cicero «si tratta di un gesto simbolico che acquisisce valore perchè il luogo, già destinato alla riflessione e al ricordo dei caduti in guerra, da oggi vuole ricordare anche le donne ed i bambini vittime di violenza domestica. Ringrazio chi ha contribuito alla realizzazione, in particolate la “ditta Cordone”, e chi si attiverà per l’installazione come la “Ditta Vaccaro”, che testimonia la grande attenzione dei cittadini della nostra comunità verso il prossimo».

Oltre alle due panchine, sono stati realizzati anche due nastri con le frasi simboliche “Se ami non uccidi.

Non è normale che sia normale” e “Tre cose ci sono rimaste del paradiso: le stelle, i fiori e i bambini. – D.Alighieri”.
«Auspichiamo che tale iniziativa serva ad imprimere maggiormente il significato che questo luogo rappresenta per tutti noi. Ogni giorno dobbiamo celebrare in tutto il mondo la lotta contro la discriminazione sessuale e contro il linguaggio d’odio, dobbiamo educare le persone al rispetto reciproco, anche con piccoli gesti simbolici come questo, che tuttavia rappresentano un cambio di passo verso una società più attenta e unita». Un’altra in fase di realizzazione con la collaborazione di alcuni ragazzi di Castelbuono

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Squid game: il gioco dell’anno

C'è una serie tv di cui in questi giorni tutti parlano in decine di rubriche, articoli e servizi televisivi: mi riferisco a "Squid Game". Qualcuno ha accostato questa serie all'altro exploit Netflix, la Casa di carta, sia perché entrambe sono diventate un successo mondiale in pochissimo tempo con il solo passaparola

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin