Castelbuono: si inaugura il nuovo parco giochi inclusivo al Parco delle Rimembranze :ilSicilia.it
Palermo

l'annuncio

Castelbuono: si inaugura il nuovo parco giochi inclusivo al Parco delle Rimembranze

di
29 Settembre 2021

Giovedì 30 Settembre 2021 alle ore 17:00 presso il Parco delle Rimembranze verrà inaugurato il Parco giochi inclusivo tanto voluto dalla Comunità di Castelbuono e che finalmente si sta realizzando.

Avremo a disposizione uno spazio ampio che i nostri bambini e ragazzi potranno utilizzare sia come area a verde che come luogo attrezzato per poter giocare, divertirsi e fare attività fisica e sportiva, all’interno di un parco urbano rinnovato.

Era un sogno, un progetto che ci eravamo dati come Amministrazione comunale per consegnare finalmente alla comunità di Castelbuono un parco giochi accessibile a tutti.

Tutto ciò si è potuto concretizzare grazie alla determinazione dell’Amministrazione comunale nel predisporre il progetto e realizzarlo attraverso il contributo dell’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali che ha finanziato una parte del parco giochi inclusivo.

Ma occorre principalmente sottolineare la disponibilità di alcuni privati i quali, con generose contribuzioni economiche e/o materiali, hanno contribuito ad ampliare, completare e migliorare il progetto già finanziato dall’Assessorato.

A costoro vanno i ringraziamenti sentiti di tutta la comunità di Castelbuono e in modo specifico: a Unicredit Italia che tramite Daniele Giliberti ha finanziato l’installazione dell’area per il workout; all’Arch. Tiziana Alessandro Mitchell e all’Associazione A.GE.VO.LE che attraverso una raccolta fondi hanno consentito l’acquisto dei giochi posizionati precedentemente presso il giardino di Palazzo Failla e che adesso sono stati trasferiti e installati al Parco delle Rimembranze all’interno del parco giochi inclusivo; all’Associazione Amaltea Coop. Sociale Onlus, Barbaro&Patners Stp Srl, Coop. Armonia, C.T.A. Fauni, Coop. ISIDE avvocato Fasano, ECO Edil di Mazzola e Scacciaferro e ad altri diversi privati cittadini.

Il Sindaco dichiara che la scelta di questi spazi e luoghi all’interno del Parco delle Rimembranze va a completare l’iter di valorizzazione di questa importante area verde, che sin dalla sua creazione è servita alla comunità di Castelbuono per ricordare i caduti delle due grandi guerre nelle quali l’Italia è stata coinvolta, e per ricordarci soprattutto l’assurdità e l’orrore di ogni conflitto, come sancito dalla Costituzione repubblicana “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli”.

Per custodire la memoria e renderla viva attraverso la fruizione del parco delle nuove generazioni, le varie amministrazioni comunali che si sono susseguite nel corso del tempo hanno integrato quel luogo con l’anfiteatro, la Castelbuono in miniatura, l’area pic-nic, il muro coperto per l’esposizione commerciale e artigianale, la ristrutturazione dei locali da adibire a servizi igienici pubblici e centro di informazione turistica con annessa l’area ristoro. Un vero e proprio parco urbano attrezzato che oggi si completa con questa bellissima area giochi. Nelle prossime settimane verrà completata la piantumazione degli alberi mancanti e si lancerà un concorso di idee per la realizzazione di un monumento in memoria dei caduti di tutte le guerre.

Alla cerimonia di inaugurazione di giovedì 30 settembre alle 17.00 la cittadinanza tutta è invitata a partecipare tenendo presente il calendario degli eventi e nel rispetto delle normative sanitarie anti contagio da covid19.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.