Castello di Castelmola sarà sede del Teatro dei Pupi Siciliani :ilSicilia.it
Messina

in arrivo un finanziamento dalla Regione

Castello di Castelmola sarà sede del Teatro dei Pupi Siciliani

26 Novembre 2019

Il Comune di Castelmola ha ottenuto un finanziamento dall’Assessorato regionale ai Beni Culturali per il Castello di Mola. L’Amministrazione del sindaco Orlando Russo aveva richiesto 296.652,79 euro e alla fine è arrivato il placet adesso per 217.003,15 euro.

“Con questo finanziamento si potrà effettuare l’allestimento del museo che sara riconvertito a Teatro dei Pupi Siciliani – annuncia l’assessore alla Cultura, Eleonora Cacopardo – e il castello avrà un’annessa ceffetteria e bookshop. Si potrà, quindi, determinare una rifunzionalizzazione a 360 gradi del castello e potremo dare a questa struttura una valenza sia culturale che economica di rilievo, in termini strategici per la nostra città. In questo modo, per altro, si va a completare un piano di interventi più ampio che vede già in corso i lavori per la riqualificazione della sommità del castello con un ascensore panoramico, che potrebbe essere pronto già per la prossima stagione turistica”.

Le opere per il collegamento verticale tra il centro del borgo turistico e il Castello di Castelmola, che la scorsa primavera erano state sospese in vista della stagione turistica appena trascorsa, sono infatti ripartite e si avviano alla fase conclusiva nell’ambito di un progetto finanziato dall’assessorato regionale alle Infrastrutture per un importo di Un milione 100 mila euro, con la costruzione in atto di un ascensore dedito a connettere proprio il centro urbano al castello. Nell’ambito dei lavori è stato predisposto lo spostamento di una cabina elettrica che era posizionata proprio dove sorgerà la piattaforma dell’ascensore. Il sito storico potrà essere accessibile, visitabile, a tutti, anche alla persona diversamente abili, anche agli anziani e alle mamme con i passeggini per i loro figli.

“Il collegamento verticale e questo ulteriore finanziamento ora ottenuto – evidenzia il sindaco Russo – aumenterà senza alcun dubbio l’attrattività del nostro territorio e l’offerta per i nostri visitatori. E’ un altro importante traguardo raggiunto da questa Amministrazione. Il castello potrà essere valorizzato in modo migliore e si potrà rimediare alle problematiche di accesso al sito che penalizzavano in precedenza le persone diversamente abili e i visitatori con problemi motori”.

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.