Castelmola: avviati i lavori per mettere in sicurezza la piazza del borgo :ilSicilia.it
Messina

rocciatori in azione

Castelmola: avviati i lavori per mettere in sicurezza la piazza del borgo

di
14 Gennaio 2019

Al via i lavori di messa in sicurezza della piazza Sant’Antonino a Castelmola. E’ scattato nella mattinata odierna un intervento resosi necessario a seguito della frana che ha colpito il 5 gennaio scorso il borgo turistico ha interessato il costone Cuculunazzo per la terza volta a partire dal 2013. Per questo ieri mattina, a seguito dei sopralluoghi e dei rilievi effettuati dal Dipartimento regionale della Protezione Civile, è entrata in azione la ditta dell’etneo incaricata di scongiurare intanto il pericolo di crollo dell’agorà che si trova alla sommità della parete rocciosa dove si è verificato lo smottamento. Si tratta di un intervento anche spettacolare con gli esperti del settore, i rocciatori, che sono entrati in azione proprio ai piedi della piazza.

“Possiamo dire con soddisfazione – afferma il sindaco Orlando Russo – che i tempi sono stati rispettati e gli impegni assunti con la nostra comunità dal Governo regionale e dalla Protezione Civile, a partire dal presidente della Regione Nello Musumeci, sono stati mantenuti. I lavori di messa in sicurezza sono in corso e in questo modo si sta ponendo rimedio alla grave problematica della frana che si è riproposta ad inizio gennaio ma che da tanto tempo ormai affligge la nostra cittadina con tutti i rischi e i pericoli del caso che soltanto per circostanze miracolose non hanno causato morti e feriti. Non ci stancheremo mai di pensare e di dire che ci riteniamo fortunati per il fatto che nulla di irreparabile è accaduto ma ora a quella benevolenza del destino bisogna dare risposte rimediando con tutti gli interventi necessari. E in questa direzione i segnali positivi di impegno da parte delle Istituzioni sono stati davvero immediati e concreti”.

Russo adesso sarà mercoledì a Palermo per la firma della convenzione riguardante l’iter per il finanziamento da 2 milioni di euro che riguarderà la fase più delicata e importante del piano anti-frana, per il consolidamento e la messa in sicurezza definitiva del costone. La Regione ha infatti convocato l’Amministrazione comunale di Castelmola a Palermo per il 16 gennaio prossimo, per definire l’accordo sul progetto per il finanziamento da 2 milioni di euro che, attraverso il Ministero dell’Ambiente, verrà messo a disposizione della località ionica al fine si risolvere la grava criticità in essere.

“E’ confermata la convocazione da parte della struttura regionale contro il dissesto idrogeologico, diretta dal direttore Maurizio Croce, con il quale ci eravamo già incontrati a Palermo qualche giorno fa e che sta dando anche lui un apporto apprezzabile per risolvere questa emergenza“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.