2 Luglio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 10.17
Messina

IL BORGO TURISTICO

Castelmola protagonista del Natale all’insegna delle tradizioni | FOTO

31 Dicembre 2018
'
'
'
'
'
'

SFOGLIA LE FOTO IN ALTO

Il maxi raduno di oltre 50 zampognari, provenienti da diverse zone della Sicilia, ha regalato ai visitatori di Castelmola, cittadina ionica in provincia di Messina, antiche sonorità che derivano dalla tradizione natalizia siciliana.

I ciaramiddari, hanno allietato l’intero borgo prima sfilando fra i vicoletti, per far entrare in ogni casa l’atmosfera natalizia, e con un concerto tenutesi nella chiesa Madre sotto la guida del Maestro Giuseppe Carpita. Un’attrattiva che, come nelle precedenti edizioni, si è riconfermata vincente e molto sentita da queste parti, dove il Natale viene festeggiato riprendendo le antiche tradizioni siciliane per farle conoscere ai più giovani ed anche ai turisti che in questi mesi visitano Castelmola.

CastelmolaNon solo i ciaramiddari sono prerogativa delle festività a Castelmola, dove altra iniziativa molto apprezzata e partecipata si è, infatti, confermata il presepe vivente recitato messo in scena con grande plauso da parte dei visitatori del borgo che sono stati riportati indietro nel tempo, in quella notte quando nacque Gesù. Accanto alla rappresentazione sacra, era possibile degustare i prodotti del territorio grazie alla manifestazione i “I sapori del borgo” che quest’anno si è inserita nel programma delle iniziative del borgo medievale.

Festività natalizie all’insegna dell’arte e della tradizione, e dei prodotti tipici del territorio in un connubio che ormai a Castelmola è diventato indissolubile e sinonimo di un Natale che fa rivivere idealmente la suggestiva atmosfera dell’antica Betlemme.

 

LEGGI ANCHE:

A Castelmola tornano i ciaramiddari: la vera colonna sonora del Natale siciliano | VIDEO

Ritorna a Castelmola il “Presepe vivente recitato” | Fotogallery

Gusti e tradizioni: a Castelmola i “Sapori del borgo”

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.