24 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.29
Palermo

I lavori del dopo frana

Castronovo, la Regione: “Subito al via la costruzione del bypass”

11 Dicembre 2018

La Regione avvierà subito a Castronovo di Sicilia la costruzione di un bypass per risolvere, nell’immediato, il problema dell’interruzione della strada provinciale, crollata a causa di una frana. E’ questo il risultato dell’incontro – coordinato dal capo della Protezione civile regionale Calogero Foti – che si è tenuto nel pomeriggio nel Centro del Palermitano, alla presenza dei rappresentanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vito Sinatra, della Città metropolitana e dei proprietari dei terreni limitrofi alla zona oggetto del cedimento.

Il tempo stimato per la realizzazione l’opera – che avverrà in una zona più a valle rispetto all’attuale tragitto stradale – è di circa venti giorni. Nel frattempo, si darà l’avvio anche agli studi geologici per verificare la portata della frana e potere quindi procedere alla progettazione del viadotto definitivo.

“Così come anticipato al sindaco, sabato scorso – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – abbiamo mantenuto gli impegni. Il cantiere partirà immediatamente, in modo tale da ridurre al minimo i disagi di abitanti e imprese della zona”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Le regole sono fatte per essere eseguite ma anche trasgredite

I piccoli devono, prima di tutto, acquisire la fiducia e la capacità di affidarsi, senza condizioni, ai genitori, anche se rimane un loro sacro e santo diritto essere resi consapevoli dei perché sì e no. I bambini non si trattano da idioti o con eccessive espressioni onomatopeiche, a meno che non si scherzi e giochi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.