Catania: bambino di 4 anni chiuso in auto al sole, genitori denunciati :ilSicilia.it
Catania

La polizia rompe il finestrino per salvarlo

Catania: bambino di 4 anni chiuso in auto al sole, genitori denunciati

24 Giugno 2019

Un bambino di 4 anni lasciato chiuso in auto sotto il sole fuori dall’aeroporto di Catania con una temperatura che sfiorava i 40 gradi all’ombra è stato salvato da un sovrintendente della Polizia di Stato.

L’agente con il calcio della pistola di ordinanza ha mandato in frantumi un finestrino e soccorso il piccolo.

È accaduto nel pomeriggio di sabato scorso ma è stato reso noto solamente stamane. I genitori, due svizzeri, 28 anni lei e 32 lui, sono stati denunciati per abbandono di minore in concorso. L’intervento è stato compiuto davanti a numerose persone, che hanno applaudito gli agenti della Polizia di Frontiera.

Il sovrintendente della Polizia di Frontiera è intervenuto, ferendosi inoltre le mani, dopo essersi accorto che il bimbo, sudato e in ipertermia per l’elevata temperatura, si dimenava cercando di aprire le portiere e chiedendo disperatamente aiuto. Gli agenti sono accorsi dopo la segnalazione di una guardia giurata.

L’auto, una Audi A6 con targa svizzera, era parcheggiata negli stalli riservati allo scarico bagagli nella zona partenze ed aveva anche attirato l’attenzione di alcuni viaggiatori. Subito dopo si sono presentati i genitori. Tutti e tre sono stati accompagnati nel presidio sanitario dell’aerostazione, dove sono state prestate le prime cure al bambino, che si è immediatamente ripreso.

 

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Blog
di Renzo Botindari

Ci Vogliono Occhi Verdi

Ho avuto da sempre la convinzione che se non si amministra garantendo un minimo di dignità ad ognuno, non si riuscirà mai ad auspicarsi una crescita, ma la garanzia del minimo insieme alla libera competizione dei capaci si ottiene soltanto attraverso un governare “deideologizzato”.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.