Catania, camion sprofonda nel cantiere della metro. Voragine nella Circonvallazione [FOTOGALLERY] :ilSicilia.it
Catania

L'ALLARME DEL CONSIGLIERE ERIO BUCETI

Catania, camion sprofonda nel cantiere della metro. Voragine nella Circonvallazione [FOTOGALLERY]

di
24 Febbraio 2018

In alto alcune foto del consigliere della IV Municipalità di Catania, Erio Buceti, sull’incidente che ha coinvolto stamani un mezzo pesante, sprofondato sulla circonvallazione di Catania, all’interno del cantiere per la Metro.

«Camion sprofonda nel cantiere della metro di Nesima, allarme rientrato ma resta la paura», inizia così la nota di Buceti, che aggiunge: «Cosa sta succedendo nel sottosuolo della circonvallazione di Catania? A porsi questa domanda sono migliaia di cittadini dopo che stamattina un camion è sprofondato per il cedimento del manto stradale, all’interno del cantiere per la realizzazione della metro, sul viale Bolano. L’assessore D’Adaga dichiara di non creare eccessivo allarmismo ma i fatti sono sotto gli occhi di tutti e lo smentiscono clamorosamente.
Se le conseguenza di questo episodio non sono state drammatiche per la pubblica incolumità lo si deve al fatto che il camion è sprofondato all’interno dell’area delimitata dal cantiere».

Erio Buceti
Erio Buceti

«Oggi – prosegue Buceti –  in qualità di consigliere della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo chiedo che l’Amministrazione comunale faccia immediatamente chiarezza sulle modalità e le tempistiche di questi lavori sta danno mettendo a dura prova la circonvallazione di Catania. Qui nessuno ha dimenticato quello che è successo lo scorso ottobre quando una parte della rotonda di Monte Po fu chiusa al traffico a causa del cedimento di una parte della strada. Anche lì Palazzo degli Elefanti cercò di minimizzare ma la preoccupazione dei cittadini e dei pendolari resta tangibile. Nessuno vuole mettere in discussione l’importanza e l’utilità della metropolitana a Catania. Ma è altrettanto vero che occorre fare ulteriori verifiche nel sottosuolo dove passano i cavi elettrici e le tubature del gas. Proprio lo scorso maggio la circonvallazione fu chiusa in direzione di Misterbianco perché i lavori per la posa della fibra ottica sul viale Bolano, nei pressi dell’incrocio con via Sebastiano Catania, avevano danneggiato le tubature del gas metano. Complice la totale assenza di un piano viario alternativo, che potesse fare fronte a questo tipo di situazioni, causò la paralisi totale della mobilità nei quartieri di San Nullo e Cibali. Oggi non abbiamo assistito a scenari simili solo perché il crollo è stato all’interno del cantiere. Ecco perché come consigliere della municipalità di “Cibali-Trapetto Nord-San Giovanni Galermo” il sottoscritto Erio Buceti chiede immediatamente l’intervento di Palazzo degli Elefanti per fare in modo che simili episodi non si verifichino più».

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Il Gatto Obeso e le ZTL

Il gatto obeso e sazio non avrà mai stimoli a sforzarsi per andare a cercare i topi. Quindi non ho aspettative da “nuovi soldati”, sono siciliano e vivo a Palermo e dietro a nuovi volti mi farò la domanda più importante: “a cu appartieni?”
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.