Catania: il Comune assume 30 nuovi vigili urbani :ilSicilia.it
Catania

opportunità dei lavoro

Catania: il Comune assume 30 nuovi vigili urbani

di
16 Ottobre 2020

Grazie a uno specifico finanziamento concesso dal Ministero dell’Interno, il Comune di Catania, assumerà 30 nuovi vigili urbani con contratti a termine al massimo annuali: 25 grazie a un nuovo bando per soli titoli e altri 5 ripescando coloro che hanno superato i requisiti di idoneità del concorso bandito nel 2017.

Lo scorso 20 luglio la giunta comunale aveva varato il piano triennale delle assunzioni per reclutare complessivamente 30 vigili urbani e la modifica al regolamento dei concorsi, fondamentali atti di programmazione in cui sono state inserite procedure snelle e improntate alla massima trasparenza, ora giunte a compimento, per essere espletate con massima celerità e trasparenza.

La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere, pena esclusione, prodotta esclusivamente tramite procedura telematica, presente nel sito https://comunecatania.iscrizioneconcorsi.it

La procedura informatica per la presentazione delle domande sarà attiva a partire dalle ore 00.00 del 17 ottobre 2020 e verrà automaticamente disattivata alle ore 23.59 del 16 novembre 2020.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.