18 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.04
caronte manchette
caronte manchette
Catania

Al Palazzo centrale

Catania, in mostra l’Archivio storico della “Grande Guerra” | FOTO

7 dicembre 2018
'
'
'
'

Guarda la gallery in alto 

Fino al 21 dicembre l’Archivio storico dell’Università di Catania, situato al Palazzo centrale, piazza Università 2, si potrà visitare la mostra intitolata “La Grande guerra e l’Università di Catania”, organizzata a conclusione delle commemorazioni per il centenario della Prima guerra mondiale.

In esposizione documenti, lettere, fotografie, oggetti e cimeli che testimoniano il ruolo e la partecipazione di studenti e docenti dell’Università di Catania alla Prima guerra mondiale.

Tra i milioni di vittime stimate alla fine di quella che gli storici hanno definito come la “Grande guerra”, parecchie migliaia di questi furono studenti che non riuscirono mai conseguire il titolo di laurea; giovani che ambivano a diventare medici, ingegneri, farmacisti, insegnanti, a cui però la guerra ha strappato non solo il futuro ma la stessa vita.

Ma quale fu il ruolo delle università in Italia negli anni della guerra? Con questa mostra, l’Archivio Storico dell’Università di Catania, a 100 anni dalla fine del conflitto, vuole onorare la memoria di quanti perirono nei campi di battaglia, recuperando quella visione interventista che infervorò molti degli studenti e dei docenti.

La mostra, curata da Michelangelo Calderaro, Antonino Terzo e Chiara Racalbuto, funzionari dell’Archivio diretto da Salvatore Consoli, sarà visitabile da lunedì a venerdì, ore 9-13; martedì e giovedì anche dalle 15,30 alle 17,30.

Ulteriori informazioni potranno essere inoltrate scrivendo all’indirizzo [email protected].

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Emotivamente il colore non è uguale per tutti

Di fronte allo stesso colore, una persona lo troverà gradevole, un’altra potrà trovarlo sgradevole. L’attrazione o la repulsione che ognuno di noi mostra soggettivamente di fronte ai colori è una reazione fisiologica che avviene sulla base del proprio stato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.