14 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.15
Catania

L'anziano era senza scarpe ed in palese stato confusionale

Catania, lascia chiuso in auto lo zio di 88 anni per andarsi a giocare la sua pensione ai videopoker

26 Gennaio 2018

Pur di andare a giocare con i videopoker abusivi di un circolo ricreativo nei pressi di piazza Lincoln, a Catania, un uomo di 45 anni non ha esitato a lasciare chiuso in auto per ore lo zio di 88 anni, portando con sè per giocare 400 euro che aveva prelevato proprio dal conto dell’anziano che gestiva con una delega. Lo ha scoperto la Polizia di Stato, che lo ha denunciato per aver abbandonato una persona anziana di cui doveva aver cura.

L’auto è stata trovata dagli agenti con i finestrini alzati. L’anziano era senza scarpe ed in palese stato confusionale.
Il circolo, dove gli agenti hanno trovato numerosi avventori e sequestrato 10 videopoker, è stato controllato nell’ambito di un’operazione di contrasto al gioco d’azzardo nei quartieri Picanello, Borgo – Sanzio, Barriera, San Cristoforo e San Giorgio-Librino, conclusasi con la denuncia di 29 persone per
gioco d’azzardo aggravato e raccolta abusiva di scommesse e sanzioni per 100 mila euro.

Alcune persone sono state denunciate per sfruttamento del lavoro mediante lo sfruttamento dello stato di bisogno. Dodici i giocatori denunciati per aver partecipato a a giuochi d’azzardo.

Sono state inoltre sequestrate 72 apparecchiature video-giochi manomesse circa 1.000 gettoni usati per l’attivazione dei giochi d’azzardo e stampanti termiche.
Sono anche stati sequestrati un intero locale dove si giocava d’azzardo, sei computer e vario materiale elettrico.
All’ingresso di uno dei locali gli agenti hanno trovato una doppia porta in ferro e vetro completamente oscurata. Frequente anche l’utilizzo di elecamere illegali.

Nei pressi della stessa piazza Lincoln gli agenti hanno anche scoperto delle sale adibite a casinò nascoste all’internò di un’attività commerciale
di servizi alle imprese risultata fittizia. Una sala giochi d’azzardo e scommesse illegali è stata anche scoperta in un deposito di San Giorgio.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.