Catania, monsignor Luigi Renna nominato arcivescovo :ilSicilia.it
Catania

IL FATTO

Catania, monsignor Luigi Renna nominato arcivescovo

di
8 Gennaio 2022

La Santa Sede ha nominato mons. Luigi Renna, attualmente vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano, arcivescovo metropolita dell’arcidiocesi di Catania. E’ il successore di mons. Salvatore Gristina che dal 2002, dopo essere stato pastore della diocesi di Acireale, ha guidato con amore di padre la diocesi catanese. Lo scrive in una nota la diocesi di Acireale che, “unita nella preghiera, augura a mons Renna di svolgere il suo ministero pastorale nella diocesi a lui affidata e, all’interno della provincia ecclesiastica di Catania, con spirito di servizio e collaborazione, di trasmettere la forza della speranza, della giustizia e della carità“.

Nello Musumeci

Congratulazioni e un caloroso benvenuto in Sicilia a monsignor Luigi Renna, nuovo arcivescovo di Catania. Il suo arrivo alla guida della Chiesa metropolitana etnea è preceduto dall’apprezzamento unanime per il lavoro svolto anche nella qualità di presidente della Commissione per i problemi sociali nella Conferenza episcopale italiana. La Chiesa catanese troverà in lui guida e conforto per affrontare la difficile situazione sociale che, purtroppo, anche questa parte dell’Isola vive. A monsignor Salvatore Gristina il più sincero ringraziamento, mio e dell’intero governo regionale, per la dedizione e la competenza profuse nel suo lungo e apprezzato ministero episcopale”.  Lo afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci.

Marco Falcone

Accogliamo il nuovo Pastore della Chiesa etnea, monsignor Luigi Renna, con profonda gioia e fiducia nella scelta compiuta da Papa Francesco. Per l’Arcidiocesi di Catania si apre una nuova stagione di fede e di speranza sotto la guida dell’Arcivescovo eletto che, ne siamo certi, saprà farsi motore di un impegno pastorale teso al dialogo e alla condivisione dei valori cristiani, oltre ogni barriera culturale e sociale. Il suo positivo invito a ‘fare rete per costruire cammini virtuosi’, formulato nella sua missiva di saluto all’Arcidiocesi, ci trova pronti ed entusiasti“. Lo dichiara Marco Falcone, commissario provinciale di Forza Italia per Catania e provincia.

Nel dare il benvenuto a Renna – prosegue Falcone – rivolgiamo in parallelo a monsignor Salvatore Gristina un pensiero di profonda gratitudine per la lunga e accorata azione episcopale a Catania e nelle oltre 150 parrocchie dell’Arcidiocesi etnea, guidata con uno stile fatto di sobrietà e lungimiranza che ha riscosso costante apprezzamento”, conclude il commissario provinciale Falcone.

In merito alla nomina del nuovo arcivescovo Metropolita di Catania Mons. Luigi Renna, il sindaco Salvo Pogliese ha diffuso la seguente nota: “Accogliamo con grande gioia e un solenne abbraccio il nuovo pastore dell’Arcidiocesi di Catania mons. Luigi Renna, chiamato da Papa Francesco a guidare la Chiesa etnea“.

Salvo Pogliese

A lui vanno i più sentiti auguri e le congratulazioni per il nuovo ruolo di Arcivescovo Metropolita che svolgerà con particolare entusiasmo insieme a tutto il clero diocesano  e nel dialogo cooperante con gli organi istituzionali, per promuovere e incoraggiare occasioni di crescita sociale nel territorio. Siamo certi che Mons. Renna che ha già dimostrato spiccata attenzione verso i Giovani e problemi della società contemporanea, presiedendo la Commissione per i problemi sociali e del lavoro nella Conferenza episcopale italiana, si lascerà conquistare dal grande cuore di Catania, che vive con insuperabile passione la Fede in Cristo e la devozione alla Santa Patrona Agata, protettrice della città“.

Le parole piene di speranza e fervore contenute nella lettera apostolica che ha ufficializzato la sua nomina ad Arcivescovo di Catania, hanno già lasciato una traccia di benevolenza e affetto tra il popolo catanese, soprattutto tra i tanti Ultimi che cercano il conforto dell’accoglienza umana e della Misericordia Divina, a maggiore ragione in questo difficile tempo di pandemia“.

Una nuova energia per la Chiesa che contribuirà all’azione di sostegno soprattutto alle fasce più deboli della popolazione gravata dalle ferite del Virus, rinnovando il profondo segno lasciato tra i fedeli da Mons. Salvatore Gristina. A quest’ultimo esprimiamo sincera gratitudine per avere servito per 20 anni la nostra città, la nostra provincia, la comunità cattolica. Un ruolo che l’Arcivescovo uscente ha svolto con grande garbo in sintonia alle oltre 150 parrocchie della diocesi, con esplicita propensione al confronto per la crescita collettiva, condividendo la vicinanza alla città di Catania e ai paesi etnei nei momenti belli e in quelli brutti“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.