Catania, multe e sequestri nel weekend per violazione norme antiCovid e commerciali :ilSicilia.it
Catania

L'intervento della polizia municipale

Catania, multe e sequestri nel weekend per violazione norme antiCovid e commerciali

di
8 Marzo 2021

Nel corso degli ultimi giorni, il Corpo di Polizia Municipale, durante i controlli anti COVID-19 e delle normative che regolano l’esercizio delle attività commerciali, ha effettuato numerose operazioni di servizio che hanno portato alla chiusura di due esercizi commerciali, alla verbalizzazione di sette persone per violazioni della normativa anti Covid e alla verbalizzazione di dieci ambulanti abusivi con multe dell’importo complessivo di 28.742 euro  il sequestro della relativa merce.

In particolare, sul fronte dei controlli per il contenimento della pandemia, il Personale della Polizia Municipale, nelle serate di sabato e domenica, ha eseguito la chiusura di due locali, un chiosco in Via S. Gaetano alla Grotta e un pub in Via Penninello, perché entrambi gli esercizi effettuavano la somministrazione ai propri clienti oltre le ore 18.00. Ai due esercenti è stata elevata una sanzione amministrativa ed è stata imposta la chiusura provvisoria della propria attività per 5 giorni. Inoltre, durante i sopralluoghi in Piazza Scammacca e presso il Boschetto della Playa, il Personale della Polizia Commerciale ha verbalizzato cinque individui, quattro per mancato uso della mascherina protettiva e uno per non aver rispettato l’orario di coprifuoco delle ore 22.00, elevando a ciascuno un verbale amministrativo di  400,00 euro.

Sempre nella giornata di domenica, nel corso dei servizi di controllo svolti presso i mercatini delle pulci di Via Dusmet e di S. Giuseppe La Rena, gli Ispettori dell’Annona hanno sanzionato quattro operatori commerciali che ponevano in vendita la loro merce senza autorizzazione amministrativa, elevando diversi verbali con sequestro della merce.

E ancora, nell’eseguire controlli di routine per il rispetto delle regole commerciali in Piazza Lincoln, Via Aurora e Via Vincenzo Giuffrida, la Polizia Municipale ha sanzionato cinque venditori ambulanti di prodotti ortofrutticoli, in quanto sprovvisti di autorizzazione amministrativa al commercio e di autorizzazione all’occupazione del suolo pubblico, elevando verbali per un importo di 14.797,00 euro e il sequestro della merce posta in vendita, che è stata devoluta in beneficenza. Due dei venditori ambulanti sanzionati in Via Aurora sono stati ulteriormente sanzionati, perché operavano anche senza indossare i dispositivi di protezione individuale.

Infine, all’esito di un’ispezione svolta dal Personale della Sezione Controllo Edilizio in Via Sant’ Euplio, è stata posta sotto sequestro penale una struttura in tubolari in ferro, posta sul suolo pubblico antistante una nota pizzeria, che era stata fatta realizzare dal titolare dell’esercizio in assenza delle necessarie autorizzazioni amministrative. Gli atti sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica per le attività giudiziarie di competenza.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin