Catania rilancia il turismo, Pogliese: "Un milione per attrarre visitatori" :ilSicilia.it

in vista della ripartenza

Catania rilancia il turismo, Pogliese: “Un milione per attrarre visitatori in vista della ripartenza”

di
25 Febbraio 2021

Riparte da Catania un percorso virtuoso che riguarda il turismo sportivo, congressuale e di gruppo nella prospettiva di poter riprendere con le attività di accoglienza dei flussi dei visitatori nel capoluogo etneo, ponendo le basi di una veloce ripartenza.

La giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese ha infatti disposto, anche per il 2021, lo stanziamento di un milione di euro, con tre distinti atti deliberativi, fondi della tassa di soggiorno, per sostegni e incentivi al turismo sportivo, congressuale e di gruppo con l’erogazione di contributi economici fino a 18 mila euro, in base al numero dei pernottamenti determinati dall’evento. Un meccanismo trasparente di premialità già varato lo scorso anno come fattore di destagionalizzazione e che per via del Covid ha potuto dispiegare effetti solo limitati; un’iniziativa che quest’anno, considerato il periodo emergenziale, l’Amministrazione Comunale ha allargato anche al periodo dell’alta stagione. Scommettendo su una ripresa delle attività promozionali già con l’avvio della prossima estate, emergenza sanitaria permettendo, in modo da dare una boccata d’ossigeno al mondo delle ricettività e dell’organizzazione degli eventi, stremato da un anno di fermo pressoché totale delle attività.

“E’ un’ iniziativa -ha sottolineato il sindaco Salvo Pogliese- che rimettiamo in campo come auspicio di una ripartenza dell’attività di accoglienza dei flussi di visitatori a Catania, auspicabilmente già a partire, dalla tarda primavera, dopo un confronto con la commissione consultiva delle associazioni di categoria che ha apprezzato positivamente la nostra proposta di allargare a tutto l’anno e dunque anche al periodo di alta stagione gli interventi di sostegno allargando il concetto di destagionalizzazione vista la situazione di crisi. Attraverso la riscossione della tassa di soggiorno, visto che nel 2019 avevamo triplicato gli introiti poi fermati dal Covid, possiamo utilizzare i fondi nazionali perequativi per i mancati incassi e abbiamo deciso di spenderli incentivando i flussi dei visitatori. Queste risorse – ha precisato il primo cittadino- andranno a promuovere eventi di rilievo nazionale e internazionale, con pernottamenti nelle strutture alberghiere locali, mediante incentivi economici agli enti organizzatori, fondi che il Comune utilizza senza alterare gli equilibri di bilancio. Un lavoro importante per cui ringrazio gli assessori Parisi e Mirabella con il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro, che hanno contribuito fattivamente a questo rilancio, in attesa che la Pandemia allenti la sua morsa e i vaccini aprano finalmente la strada alla normalità”.

Il Sindaco Salvo Pogliese ha infine ricordato come l’amministrazione comunale abbia ancora previsto che “la comunicazione degli eventi sia supportata con rimborsi del Comune fino a duemila euro, a condizione che le attività informative siano affidate a giornalisti o agenzie di comunicazione che si avvalgono di giornalisti iscritti all’albo, a fronte di regolare fatturazione”

“L’iniziativa che avevamo lanciato primi in Italia, – ha detto Parisi- stava riscuotendo interesse e molte adesioni, poiché è vasto il bacino del turismo dello sport che potrà presentare domanda di rimborso: dalle federazioni sportive nazionali riconosciute dal Coni e dal Comitato Paralimpico, alle società sportive affiliate alle federazioni riconosciute e non ultimi, gli enti nazionali di promozione sportiva anch’essi riconosciuti dal Coni”.

“Anche il turismo congressuale – ha detto l’assessore agli eventi Barbara Mirabella- scegliendo la nostra città avrà rimborsi da 3000 euro a 15 mila. In tal modo Catania sarà toccata dai flussi turistici in tutti i periodi dell’anno perché il piano non esclude più l’alta stagione considerato il tragico momento che attraversiamo”

Nella delibera varata dalla giunta Pogliese per gli incentivi ai gruppi organizzati è previsto che richiedere il contributo economico siano: Istituzioni; Ordini professionali; Scuole; Associazioni riconosciute; Fondazioni; Sindacati; DMC-PCO; Craal; Pro loco; Tour operator; Agenzie di viaggio; Agenzie congressuali che prevedano pullman con un minimo di 45 passeggeri e almeno 2 giorni di pernottamento nelle strutture ricettive presenti nel territorio cittadino. A tale proposito anche la Città Metropolitana avvierà iniziative come lo sconto del 50% dell’auditorium da 1200 posti delle Ciminiere, facendo risparmiare sensibilmente chi organizza un convegno a Catania.

Anche le scuole e i gruppi organizzati avranno i loro rimborsi, da 500 a 1000 euro, se sceglieranno Catania per le gite d’istruzione. Le richieste devono essere presentate con posta pec all’indirizzo mail: comune.catania@pec.it . Anche in questo caso i rimborsi sono variabili e legati al numero di pernottamenti degli studenti.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin