Catania, sarà riqualificata l’area dell'ex presidio ospedaliero Santa Marta-Villermosa | VIDEO :ilSicilia.it
Catania

la conferenza stampa

Catania, sarà riqualificata l’area dell’ex presidio ospedaliero Santa Marta-Villermosa | VIDEO

di
23 Gennaio 2021

Con il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, abbiamo definito di riconvertire l’edilizia sanitaria per evitare contenitori vuoti, che possono anche essere oggetto di degrado o di atti vandalici, trasformandoli in luoghi culturali o socio-culturali. Ma anche di eliminare un obbrobrio che non si può riconvertire: una parte dell’ex ospedale Santa Marta“. Lo ha detto presidente Nello Musumeci presentando a Catania il progetto per la demolizione della porzione ‘nuova’ della struttura e la sua riqualificazione. Una parte, ha aggiunto il governatore, che e’ “stata realizzata in un momento in cui la Sovrintendenza si voltava dell’altra parte, la magistratura aveva altro ben altro a cui pensare e la cattiva e brutta edilizia trovava legittimazione anche nelle istituzioni“.

Quello in cui è presente l’ex ospedale Santa Marta, ha ricordato il presidente della Regione, è un quartiere Settecentesco, con presenze Ottocentesche, realizzato sulla sommità del monte Vergine, che secondo gli archeologi sarebbe stato uno dei primi della città di Catania. Quindi, la parte ‘nuova’, ha sottolineato Musumeci, “e’ in una situazione assolutamente incompatibile con il contesto”. “Il Santa Marta Ha funzionato come ospedale, poi e’ stato dismesso – ha aggiunto – e abbiamo aperto il nuovo ospedale San Marco, grazie alla testardaggine dell’assessore Ruggero Razza“.

La demolizione della parte dell’ex ospedale Santa Marta che si affaccia su via Gusualdo Clementi – ha sottolineato Musumeci – consentira’ di consegnare al quartiere dell’Antico Corso, o dei Miracoli come era chiamato all’inizio del Novecento, una piazza che fin’ora e’ stata preclusa alla fruizione perche’ era un cortile interno del nosocomio. Sul cortile su affaccia anche la facciata di un edificio del Settecento di scuola Vaccariniana, che e’ bella e dobbiamo valorizzarla. Cosa che faremo con questo progetto. L’edificio riqualificato – ha annunciato il governatore – potrebbe ospeotare uffici pubblici. Il progetto, ovviamente, e’ pronto a raccogliere proposte, suggerimenti e ritocchi“.

SCHEDA DEL PROGETTO

Il giardino storico, già in origine nascosto dalle mura, verrà restituito alla libera fruizione, come una piazza, perché diventerà spazio pubblico, luogo di raccolta, agorà.

Rispettando la memoria storica del luogo, lo spazio ritrovato avrà un’ampia permeabilità funzionale e visiva. Gli alti pilastri su via Clementi, rivestiti in pietra bianca e lavica, reinterpretano i caratteri decorativi del barocco, ma diventano anche funzionali al sostegno della copertura in vetro fotovoltaico. Oltre questa “cortina” si apre il giardino e sullo sfondo appare il prospetto dell’edificio settecentesco attribuito alla scuola vaccariniana.

Su via Bambino, dove gli edifici esistenti sono notevolmente più bassi, un muro sagomato delimita i margini dell’area, accogliendo una zona per il fitness. Lo spazio sotto la copertura fotovoltaica è arricchito da un sistema di vasche con giochi d’acqua alternate a due filari alberati di ulivo o carrubbo, tra i quali sono previste panchine piene. Non ci sono più scale, tranne quella storica del palazzo settecentesco, ma piani orizzontali e inclinati con lieve pendenza.

Previste aree per la socialità, tavoli dove scrivere, leggere, giocare a carte, una zona con giochi per i bambini immersa nel verde, fontanelle accessibili a persone con disabilità motoria, centini per la raccolta differenziata, dog station e posteggi per le biciclette, ma anche servizi igienici autopulenti di ultima generazione.

La pensilina fotovoltaica trasparente produrrà circa 150KWh di energia, per le necessità della piazza e delle future destinazioni previste per l’edificio storico; la parte di energia eccedente potrà essere stoccata. Grazie alla leggera struttura metallica che la compone, la pensilina potrà essere usata come un graticcio teatrale, per sospendere, all’occorrenza, banner, maxischermi, sistemi di sonorizzazione.

In una grande vasca interrata saranno convogliate le acque pluviali, da riutilizzare per l’irrigazione e i servizi.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin