Cateno De Luca: "Nessun accordo per le Regionali". E lancia i sondaggi "on the road" :ilSicilia.it
Messina

il fatto

Cateno De Luca: “Nessun accordo per le Regionali”. E lancia i sondaggi “on the road”

di
24 Giugno 2022

Accordi non ne faccio, né oggi, né domani. E lunedì a Palermo vi presento la nostra strategia….Non sarò solo, ci sarà qualche ospite  a sorpresa”. Cateno De Luca, in diretta facebook alle 7.30 del mattino, in fila sull’autostrada Messina-Catania, interloquisce con gli automobilisti, prova a scendere dall’auto e tra una provocazione e un’altra lancia segnali precisi, sia a destra (Miccichè) che a sinistra (Barbagallo).

L’ex sindaco di Messina, in campo da gennaio per la presidenza della Regione Siciliana, continua a dichiararsi il primo dei “Nello boys”, convinto che la ricandidatura del governatore costituirebbe in fondo un assist per le liste di Sicilia Vera che nel frattempo si sta preparando ad allestire.

Mi chiamano dal centrodestra e dal centrosinistra- spiega De Luca– ma io accordi non ne faccio. Che si tengano pure Cancelleri che si candida per la terza volta alla presidenza della Regione, o la Prestigiacomo. Vado per la mia strada come ho già fatto col botto a Messina. Spazzo via la banda Bassotti della politica siciliana”.

Racconta che fino a ieri pomeriggio, a Termini Imerese, i colloqui con Miccichè ci sono stati ma la linea è sempre quella di non siglare alcuna alleanza. “Vedrete che alla fine, dalla mia posizione, riuscirò a determinare le candidature per la presidenza della Regione…..So già chi sarà…..”.

Tenterà davvero la strada della corsa solitaria contando anche sul fatto che non è previsto il ballottaggio ma vince chi ha più voti ad urne chiuse? Proverà a fare comunque il guastafeste, con un bottino di consensi che saranno utili sia a chiunque otterrà la maggioranza alla Regione che in vista delle Politiche alle quali guarda con moltissima attenzione, più di quello che si pensi, con il neonato Partito “Non solo sud” (e infatti quel “non” non è messo a caso).

Insomma, il Catemoto è appena iniziato e le iscrizioni a Sicilia Vera per quelle che lui chiama “sentinelle del popolo” in ogni comune, nonché per le candidature all’Ars sono aperte da un po’.

La storia politica di De Luca (piuttosto lunga), insegna che è un errore sottovalutarlo. A Messina ad esempio proprio quello che veniva considerato l’anello debole della catena, ovvero le liste, si è rivelato il contrario. La lista del sindaco Basile è la prima in assoluto e in questo momento potrebbe scattare il premio di maggioranza. Peraltro le liste hanno già raggiunto il 39,8%…..

In fila in autostrada Cateno si ferma a chiedere agli automobilisti chi vorrebbero votare e lancia in diretta i sondaggi “on the road”, quelli fai da te, per capire quali sono gli umori del territorio, della gente.

“Vi suggerisco di parlare con 50 persone, scegliete voi la selezione, 10 giovani, 10 casalinghe, imprenditori, liberi professionisti. Fate voi. A questo campione di 50 persone chiedete se conoscono Musumeci, Cancelleri, Chinnici, De Luca e chi vorrebbero come presidente della Regione. Fate questa prova, e capirete davvero cosa pensa la gente”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.