Cefalù-Castelbuono, si sblocca l'impasse: "I lavori ripartono, ecco il nuovo cronoprogramma" :ilSicilia.it
Palermo

lunedì 13 gennaio la ripresa

Cefalù-Castelbuono, si sblocca l’impasse: “I lavori ripartono, ecco il nuovo cronoprogramma”

di
9 Gennaio 2020

Si sblocca la vertenza sui lavori al Raddoppio ferroviario Cefalù-Castelbuono, lungo la direttrice Palermo-Messina. Ad annunciarlo è l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, che in una nota spiega che oggi si è tenuta nella sede dell’Assessorato un vertice dedicato all’opera che vale circa 500 milioni di euro.

Alla riunione erano presenti anche i rappresentanti delle sigle sindacali, l’ad di Toto Costruzioni Alfonso Toto e il direttore territoriale di Rfi Filippo Palazzo.

I vertici dell’impresa Toto dichiara l’assessore Falcone – hanno preso l’impegno al riavvio del cantiere per lunedì prossimo, dopo aver fornito garanzie sull’avvenuta risoluzione delle problematiche organizzative dell’impresa che avevano portato allo stallo sui lavori. L’ad Alfonso Toto ha inoltre sottoposto al Governo Musumeci un cronoprogramma riaggiornato che prevede per il 2020 una produzione di oltre 87 milioni di euro che dovranno diventare 108 milioni circa nel 2021, oltre 90 milioni nel 2022 e 39 milioni nel 2023″.

Vertice Raddoppio Cefalù-Castelbuono“Nell’ottica di tale progressivo rilancio del cantiere – prosegue l’esponente del Governo Musumeci – si registrerà a partire dalla primavera l’aumento del personale impiegato sui vari fronti dell’opera, con l’impegno a mantenere saldo e proficuo il rapporto con manodopera e fornitori locali. Fra venti giorni – preannuncia poi Falcone – saremo inoltre sul posto per una verifica sul campo del rispetto degli accordi presi oggi fra Regione, Toto costruzione, Rfi, sindacati e lavoratori nello spirito di una virtuosa sinergia che dovrà consegnare, entro il 2023, un’opera che rivoluzionerà il trasporto ferroviario fra Palermo, l’aeroporto di Punta Raisi, Cefalù e l’intero settore tirrenico della Sicilia”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Raddoppio Cefalù-Castelbuono, tensione nel cantiere: “Tutto fermo, preoccupazione alta”

“Stop al raddoppio Cefalù-Castelbuono”, rischio nuove incompiute in Sicilia

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Balzebù
di Balzebù

Il Lupo perde il pelo ma non il vizio

Dov’è finito quel Giuseppe Lupo che da segretario provinciale della Cisl di Palermo, con pacatezza, riusciva a districarsi tra le vertenze più scabrose al tempo in cui rivestiva questo prestigioso incarico?
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.