Cefalù. Il duomo sarà ristrutturato, dalla Regione arrivano 2,7 mln :ilSicilia.it
Palermo

Patrimoni Unesco: arrivano in fondi a Cefalù, mentre scatta la polemica su Monreale

Cefalù. Il duomo sarà ristrutturato, dalla Regione arrivano 2,7 mln

di
8 Febbraio 2017

La cattedrale di Cefalù, inclusa con quelle di Palermo e Monreale tra i siti arabo-normanni del patrimonio Unesco, sarà ristrutturata. Il progetto della Sovrintendenza ai Beni culturali di Palermo è stato finanziato dalla Regione.

I lavori costeranno due milioni e 700 mila euro: si tratta di fondi del piano Fesr 2014-2020. I lavori riguarderanno anche il mosaico del Cristo pantocratore dal quale recentemente si sono staccate alcune tessere. “Questa – dice il sindaco Rosario Lapunzina – è una bella notizia. Si aggiunge a una nota del dipartimento regionale dei Beni culturali con la quale comunica un importante passo avanti dell’iter che porterà, entro l’anno in corso, alla conclusione dei lavori di restauro e di sistemazione dell’accesso monumentale (scalinata e sagrato) della cattedrale”. Queste opere hanno avuto un finanziamento di 619.756 euro.

 

In Sicilia “sia la proprietà, sia la tutela dei beni culturali è totalmente affidata alla Regione“, ma “in assenza di una futura, possibile ridistribuzione di competenze io offro tutta la collaborazione che il ministero può offrire per la valorizzazione di un sito Unesco. Lo ha detto il ministro della cultura Dario Franceschini rispondendo oggi al Question Time alla interrogazione di Gabriella Giammanco (Forza Italia) che lamentava una situazione di degrado per il sito di Monreale, dichiarato patrimonio Unesco nell’ambito del percorso Arabo Normanno, e chiedeva un intervento del ministero “anche con l’invio di ispettori”.

duomo di MonrealeIn Sicilia, ha ricordato il ministro, lo Stato sui beni culturali “non ha nessuna competenza, le stesse soprintendenze sono dipendenti dalla Regione. Io non ho nessun titolo a mandare ispettori, nessuna possibilità di intervento”, ha aggiunto Franceschini. Nell’interrogazione, la deputata lamentava “molte criticità” per il sito, dai collegamenti “scarsi e inadeguati”, a carenze di parcheggio, dalla mancanza di un ufficio turistico alla “assenza di servizi igienici a disposizione dei visitatori”, oltre ad un evidente degrado ambientale molto visibile e sotto gli occhi di tutti”.
© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin