Cefalù: turista positivo al Covid, caccia ad altri possibili contagiati :ilSicilia.it
Palermo

Lo comunica Rosario Lapunzina

Cefalù: turista positivo al Covid, caccia ad altri possibili contagiati

di
1 Ottobre 2020

Oltre ai casi di sospetta intossicazione da botulino rilevati oggi a Cefalù, si aggrava il bilancio dei positivi al Covid.

Ai cinque già in isolamento si aggiunge il sesto caso: un turista in vacanza nel noto comune del Palermitano, è risultato positivo al Covid dopo essersi sottoposto al test del tampone.

A dare la notizia è il sindaco Rosario Lapunzina  in un comunicato sulla sua pagina Facebook: “Comunico che una persona in vacanza a Cefalù è risultata positiva al test del tampone del Covid 19Il soggetto interessato si trova attualmente in quarantena. È in corso l’accertamento dei contatti stretti avuti al fine di poter disporre i provvedimenti previsti dalla normativa vigente”.

Il sindaco rinnova l’invito alla prudenza e al rispetto delle normative anti-Covid cosicché la curva dei contagi non si alzi.

 

 

 

LEGGI ANCHE:

Avvelenamento da botulino: aumentano ancora i casi a Cefalù, 23 in ospedale

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.