22 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.01
Palermo

Il convegno nella sede dell'associazione degli industriali

Centinaio e Boccia a Palermo: “La Sicilia può vivere di turismo undici mesi all’anno” | Video interviste

4 Dicembre 2018

Guarda il video in alto

Penso che la Sicilia potrebbe vivere di turismo undici mesi all’anno. Ha delle potenzialità inespresse. Penso che la Sicilia possa dare quelle risposte che il turismo italiano e internazionale richiedono. È necessario fare sistema e spendere bene i fondi europei che ci sono. Le opportunità ci possono essere“. Queste le parole del ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio, che è intervenuto oggi a Palermo con il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nella sede locale degli industriali per parlare di turismo e infrastrutture. “La Sicilia dovrebbe puntare sulla diversificazione, sulla destagionalizzazione – ha detto ancora Centinaio – L’Isola ha delle potenzialità inespresse: il mare, la montagna, l’enogastronomia, la cultura e la storia

Il presidente degli industriali italiani Vincenzo Boccia, dal canto suo, è voluto ritornare, anche da Palermo, sulla manovra nazionale, per cui oggi dai giornali ha chiesto al premier Giuseppe Conte di fare da cerniera di collegamento con i ministri Salvini e Di Maio  per correggere la Finanziaria, oppure di rassegnare le dimissioni. Il numero uno degli industriali ha chiesto al governo di Romadi agire su tre linee direttrici: sì Tav, sì alle infrastrutture, grandi e piccole, ‘punto che riguarda anche il Mezzogiorno, e sì alla crescita“.

 

Guarda il video in basso

 

 

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Ho Rivalutato la Dea Eupalla

Questa settimana i miei contatti sui social mi hanno visto molto partecipe delle vicende legate alla sorte della squadra di calcio della mia città dando l’impressione più di essere un contradaiolo che un pacifico e tranquillo ingegnere che periodicamente si passa il tempo.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.