Centrodestra: Musumeci, Micciché e Giorgetti a Catania accorciano le distanze | VIDEO :ilSicilia.it
Catania

L'iniziativa della Lega

Centrodestra: Musumeci, Micciché e Giorgetti a Catania accorciano le distanze | VIDEO

di
2 Ottobre 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Andiamo avanti e guardiamo con fiducia al futuro di questa Sicilia che ha bisogno di un centrodestra forte, unito e assolutamente capace di diventare propulsore per offrire una seria prospettiva di crescita e di sviluppo“. Queste le parole pronunciate dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervenuto alla tre giorni della Lega a Catania a sostegno di Matteo Salvini, imputato per sequestro di persona aggravato per il ritardo nello sbarco di 131 migranti che erano a bordo della nave Gregoretti.

Parole quelle del governatore in un certo modo riprese da Gianfranco Micciché, che ha specificato il contenuto di alcune sue dichiarazioni che in passato avevano riguardato proprio il leder del Carroccio Salvini: “Io non ho mai litigato con Salvini per problemi sull’immigrazione – ha affermato il coordinatore di Forza Italia in Sicilia – Ho litigato con Salvini e lo farei di nuovo domani mattina sul metodo che ha utilizzato per affrontare alcuni problemi, non sul fatto che il problema immigrazione va affrontato – ha detto – Quando i ragazzi della Diciotti rimanevano sulla nave – ha spiegato – era un qualche cosa che a me non piaceva“.

Poi il presidente dell’Ars su facebook pubblica un post, quasi a sottolineare come il Carroccio non potrà fare a meno di moderati in alcune zone del Paese: “Ci sarà un motivo per cui la Lega-Salvini Premier non ha gli stessi risultati del resto dell’Italia: la Sicilia è diversa e qualche atteggiamento va modificato. Oggi sono qui a Catania, perché sono convinto che si può costruire qualcosa di diverso anche con la Lega“. E alla manifestazione di Catania, Micciché individua l’interlocutore per dialogare con il Carroccio: “Io – ha affermato Micciché- sono pronto a confrontarmi con Giancarlo Georgetti, che peraltro è una persona che conosco da tantissimi anni e che considero una delle persone in politica migliori che abbiamo in questo momento“.

Parole che assumono un significato rilevante se lette insieme a quelle pronunciate da Giancarlo Giorgetti, esponente della Lega molto ascoltato dai quadri del Carroccio, che partecipava con Micciché a un incontro su Nord, Sud e autonomia regionale a Catania: “Un partito come la Lega, che governa, direttamente e indirettamente, 15 Regioni italiane, io penso abbia, non soltanto il diritto, ma il dovere di dialogare con si candida a guidare la Cdu, il Ppe e l’Europa“, ha affermato.

Nel frattempo domani, sabato 3 ottobre, prima dell’udienza preliminare nei confronti dell’ex ministro dell’Interno sul caso Gregoretti, alle ore 8.30 circa, incontro in Piazza Duomo a Catania tra il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, il segretario della Lega Matteo Salvini e il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin