Centrodestra palermitano, appuntamento rinviato: ecco chi sceglierà il candidato sindaco :ilSicilia.it
Palermo

massima coesione per le comunali

Centrodestra palermitano, appuntamento rinviato: ecco chi sceglierà il candidato sindaco

di
4 Novembre 2021

Dopo il rinvio dell’appuntamento programmato per sabato, adesso la nuova convocazione è per lunedì nella sede della segreteria della Lega, in via Garzilli, dove si riunirà il vertice del centrodestra per discutere di strategie e definire i candidati in vista delle amministrative 2022 a Palermo.

L’incontro era stato fissato per domani a Palazzo dei Normanni dal presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, poi la notizia del rinvio.

Motivo? Nessun retroscena: semplicemente, i segretari provinciali degli otto partiti hanno concordato all’unanimità il rinvio della riunione per “motivi puramente organizzativi e pratici, abbiamo rinviato in modo tale da essere tutti presenti al completo e abbiamo scelto di fare la riunione lunedì “, hanno detto all’unisono i rappresentanti della coalizione. Insomma, questione di incasri in agenda a sentire i referenti delle formazioni politiche.

Il consigliere comunale Elio Ficarra, vicesegretario regionale Udc Sicilia ha tenuto a precisare “massima coesione ed unità di tutto il centrodestra per vincere le prossime comunali e di conseguenza le regionali”. Insomma, il clima sembra essere abbastanza sereno e le forze politiche di centrodestra sono pronte ad aprire un tavolo di confronto per stilare un programma condiviso con riferimento alle questioni di maggior interesse per la cittadinanza, e le azioni possono avere efficacia solo se concertate tra gli stessi partiti e coese nella coalizione.

In rappresentanza degli azzurri, alla riunione ci sarà il consigliere comunale Andrea Mineo, miccicheiano doc, insieme al capogruppo forzista a Sala delle Lapidi Giulio Tantillo. Alessandro Anello e Vincenzo Figuccia per il Carroccio, Raoul Russo e Francesca Scarpinato per Fratelli d’Italia. Tra i coordinatori provinciali di Diventerà Bellissima Angelo Pizzuto e Alessandro Aricò, per la Nuova Dc di Totò Cuffaro ci dovrebbe essere Pippo Enea, Andrea Aiello per lo scudo crociato, per Cantiere Popolare Roberto Clemente e Felice Bruscia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin