7 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.42

Cep, nuovo raid su targa “Impastato”, terza commissione Palermo: “Non ci arrendiamo”

20 Settembre 2019

Dopo tre mesi, è stata nuovamente vandalizzata la targa in memoria di Peppino Impastato che si trova in un’area verde del quartiere San Giovanni Apostolo di Palermo. Un nuovo raid dopo quello del giugno scorso, quando i componenti della Terza commissione del consiglio comunale di Palermo pagarono di tasca propria la nuova targa intitolata alla vittima di mafia.

Siamo pronti a rimetterla per la terza volta, la quarta o la quinta se necessario – dicono i componenti della commissione Paolo Caracausi, Concetta Amella, Elio Ficarra, Massimo Giaconia e Catia MeliSicuramente non ci arrenderemo. La commissione in sinergia con la VI Circoscrizione, è già al lavoro con i progettisti del Comune per l’accesso ai fondi regionali sui parchi inclusivi in cui chiederemo di inserire anche la villetta Peppino Impastato, oggetto comunque di un progetto del Patto per il Sud voluto dal Comitato Educativo della Sesta circoscrizione”.

Abbiamo inoltre inviato una nota per richiedere la pulizia e la manutenzione del verde – continuano i consiglieri comunali – e il Presidente della circoscrizione Michele Maraventano ci ha chiesto la promozione di un tavolo con il coinvolgimento del Vicesindaco Giambrone e di tutti gli uffici preposti affinché si predispongano gli interventi di riqualificazione e di arredamento della​ villetta. Serve però una maggiore presenza delle istituzioni nel quartiere sostenendo chi quotidianamente, come i volontari dell’associazione San Giovanni Apostolo, la parrocchia e la scuola, si battono per far prevalere in quel territorio la legalità e il senso del bene comune”.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.