Cep, nuovo raid su targa "Impastato", terza commissione Palermo: "Non ci arrendiamo" :ilSicilia.it

Cep, nuovo raid su targa “Impastato”, terza commissione Palermo: “Non ci arrendiamo”

20 Settembre 2019

Dopo tre mesi, è stata nuovamente vandalizzata la targa in memoria di Peppino Impastato che si trova in un’area verde del quartiere San Giovanni Apostolo di Palermo. Un nuovo raid dopo quello del giugno scorso, quando i componenti della Terza commissione del consiglio comunale di Palermo pagarono di tasca propria la nuova targa intitolata alla vittima di mafia.

Siamo pronti a rimetterla per la terza volta, la quarta o la quinta se necessario – dicono i componenti della commissione Paolo Caracausi, Concetta Amella, Elio Ficarra, Massimo Giaconia e Catia MeliSicuramente non ci arrenderemo. La commissione in sinergia con la VI Circoscrizione, è già al lavoro con i progettisti del Comune per l’accesso ai fondi regionali sui parchi inclusivi in cui chiederemo di inserire anche la villetta Peppino Impastato, oggetto comunque di un progetto del Patto per il Sud voluto dal Comitato Educativo della Sesta circoscrizione”.

Abbiamo inoltre inviato una nota per richiedere la pulizia e la manutenzione del verde – continuano i consiglieri comunali – e il Presidente della circoscrizione Michele Maraventano ci ha chiesto la promozione di un tavolo con il coinvolgimento del Vicesindaco Giambrone e di tutti gli uffici preposti affinché si predispongano gli interventi di riqualificazione e di arredamento della​ villetta. Serve però una maggiore presenza delle istituzioni nel quartiere sostenendo chi quotidianamente, come i volontari dell’associazione San Giovanni Apostolo, la parrocchia e la scuola, si battono per far prevalere in quel territorio la legalità e il senso del bene comune”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.