Cgil, petizione sul web: Conte emani il decreto "sblocca Gela" :ilSicilia.it
Caltanissetta

infrastrutture incompiute

Cgil, petizione sul web: Conte emani il decreto “sblocca Gela”

di
27 Novembre 2019

“Una petizione sul web per rilanciare la vertenza Gela”. L’ha promossa sul sito “Change.org” il segretario provinciale della Cgil di Caltanissetta, Ignazio Giudice, gelese, elencando le numerose opere pubbliche e private, del valore complessivo di un miliardo e 249 milioni, bloccate per colpa della burocrazia e della politica.

Il sindacalista chiede un incontro urgente con il premier, Giuseppe Conte, affinché si faccia un “decreto sblocca Gela”.

sblocca gela, cgil Caltanissetta, Ignazio GiudiceNella lista dei finanziamenti congelati, Giudice cita i “34 milioni del patto per il Sud, gli 800 milioni del progetto Eni per la base-gas “Argo Cassiopea”, i 150 milioni per il porto, 5 milioni per il museo del mare, 3 milioni per il museo archeologico, 1 milione per aree archeologiche, 48 milioni per l’autostrada Siracusa-Gela, 25 milioni per le aree industriali dismesse, 183 milioni per la ferrovia Siracusa-Ragusa-Gela”.

Ma ci sono anche i mancati interventi per il comparto agricolo e per l’inserimento di Gela nei circuiti turistici.

In un video-messaggio, il dirigente sindacale si rivolge ai giovani dicendo: “Mi sono stancato di partecipare a tavoli istituzionali nei quali non si decide nulla o se qualcosa viene concordata rimane lettera morta. Caltanissetta è una provincia bloccata, Gela è una città bloccata. Le strade crollano, crollano i ponti, le ferrovie sono quasi inesistenti, e tanti progetti anche se cantierabili non si capisce perché non vengono avviati.
Qui si muore di brutta sanità. – prosegue – Il nostro destino non può essere lo spopolamento, non può essere l’inquinamento, non può essere criminalità ne’ disoccupazione. Conte ci deve ascoltare”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.