15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.40
Palermo

A spadellare insieme agli chef i ragazzi di Cotti in Fragranza

Chef griffati per il pranzo di Natale del Malaspina

19 Dicembre 2016

Sarà un menu improvvisato quello che gli chef palermitani Fiamma Formisano e Giulio Sorrentino prepareranno domattina, martedì 20 dicembre, per il giovani detenuti del Malaspina.

In occasione del Natale il direttore della casa circondariale per minorenni, Michelangelo Capitano, ha voluto organizzare un pranzo d’eccezione per i ragazzi e per alcuni altri commensali, tra guardie e ospiti, che si terrà domani, martedì 20 dicembre.

Si sono detti subito pronti gli chef Fiamma Formisano, volto noto, tra l’altro del tour internazionale Sicilian Fish on the Road, e Giulio Sorrentino, protagonista del programma Sky Hell’s Kitchen Italia: “Sono felicissimo di poter e cucinare per questi ragazzi – commenta Sorrentino – sarebbe bello anche organizzare un corso specifico, per poter dare loro un attestato valido in tutta Europa che sia una carta da giocare per il futuro, quando saranno uomini liberi“. Il pranzo intende portare tra le mura del reclusorio “il calore e il clima propri del Natale”, nel solco di un rapporto costruttivo tra carcere e società e oltre al sindaco Orlando prenderà parte all’evento anche l’associazione ASD YouDive Club Capo Gallo. “Ai ragazzi dell’associazione è venuta l’idea – spiega lo chef – loro già fanno attività col carcere, precisamente nella piscina all’interno. Di comune accordo con Capitano hanno deciso di premiare i ragazzi con questo pranzo“.

malaspina

Infatti il club di diving è impegnato da tempo nelle iniziative di riqualificazione dei minori reclusi attraverso il contatto col mare e la natura, concepita come luogo di inclusione. Il menu sarà improvvisato sulla base del pescato del giorno e le portate saranno antipasto, primo, secondo e dessert, quest’ultimo a base di ricotta e frappè. A spadellare insieme agli chef i ragazzi di Cotti in Fragranza, il marchio di biscotti prodotti proprio al Malaspina nell’ambito del progetto di reinserimento che vuole garantire un futuro ai giovani una volta terminata la pena.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.