"Chiediamo all'UE regole certe per la tutela del grano italiano" :ilSicilia.it

Appello dell'eurodeputata Michela Giuffrida

“Chiediamo all’Europa regole certe per la tutela del grano italiano”

di
19 Novembre 2016

L´indicazione in etichetta dell`origine del grano usato per produrre la pasta è un passo importante, fondamentale, a favore di agricoltori, consumatori e produttori”. Lo dichiara Michela Giuffrida, membro della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo in seguito all’invio, oggi a Bruxelles, del decreto del Governo italiano sull’etichettatura del grano.

“Informazione, etichettatura, trasparenza: sono questi gli strumenti per sostenere la nostra agricoltura e per renderla competitiva in un mercato, quello europeo soprattutto, sempre più destrutturato in cui vince la logica della quantità anzichè della qualità. Proprio quest`anno abbiamo assistito ad una crisi del settore cerealicolo senza precedenti, ad un  drammatico crollo dei prezzi che hanno registrato un meno 38% rispetto all’anno scorso. L`Italia chiede all’Unione europea di riconoscere, ci auguriamo in tempi brevissimi, un`altra delle sue produzioni d`eccellenza, il grano, affinché  non ci possano più essere dubbi sul Paese di origine o episodi di concorrenza sleale a danno del Made in Italy.  Già in precedenza ho presentato un`interrogazione alla Commissione per chiedere un sostegno al settore cerealicolo attraverso una revisione dei prezzi minimi comunitari, il  potenziamento dei controlli fitosanitari alle importazioni e maggiore tutela della salute dei conservatori.

© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.