"Chiesa=Merda", i muri dell'Arenella imbrattati. Orlando: "Comportamenti mafiosi” :ilSicilia.it
Palermo

dopo la firma del Patto fra Comune, parrocchia e associazioni

“Chiesa=Merda”, i muri dell’Arenella imbrattati. Orlando: “Comportamenti mafiosi”

di
3 Dicembre 2019

Sono comparse nella notte in tutto il quartiere dell’Arenella, a Palermo, delle scritte “Chiesa=Merda”. Fino ad ora ne sono state individuate 15 in diverse strade e gli operai comunali del Coime stanno intervenendo per cancellarle.

Sabato mattina nella borgata marinara era stato sottoscritto il “Patto territoriale” che coinvolge il Comune, la Parrocchia S. Antonio di Padova, l’Istituto Maria Ausiliatrice, diverse associazioni e l’Istituto comprensivo “Arenella” e che prevede lo sviluppo di una collaborazione secondo il principio dei Comitati educativi di Circoscrizione per lo sviluppo di attività di prevenzione, partecipazione e protezione rivolte ai bambini, alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze del quartiere.

orlando
Foto FB

Per il Sindaco Leoluca Orlando “la coincidenza temporale fra la firma del Patto (che fa seguito a tante importanti iniziative realizzate nel territorio dalla Parrocchia e da tante associazioni) e questi volgari attacchi alla Chiesa, non può che destare preoccupazione, motivo per il quale oggi ho espresso la mia solidarietà a Don Francesco, restando in contatto con l’Arcivescovo e con il Questore di Palermo. L’Amministrazione comunale è e sarà vicina, proprio nello spirito del Patto sottoscritto, alla Parrocchia e a tutti coloro che all’Arenella come in ogni quartiere si impegnano per la crescita culturale e sociale della comunità contro comportamenti e sottoculture mafiosi”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.