Chiusa Sclafani, agricoltore si ferisce con motozappa: grave 68enne :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Chiusa Sclafani, agricoltore si ferisce con motozappa: grave 68enne

di
21 Luglio 2021

Un agricoltore di Chiusa Sclafani è rimasto gravemente ferito mentre stava arando il proprio terreno con una motozappa. Le lame del mezzo sono rimaste incastrate tra le gambe. Il 68enne è stato soccorso questa mattina a Chiusa Sclafani e trasportato d’urgenza con l’elicottero all’ospedale Civico di Palermo.

L’uomo è stato ricoverato nel reparto di Ortopedia dove i medici hanno fatto il possibile per evitare l’amputazione parziale della gamba destra, quella più compromessa a causa dell’incidente. L’uomo, secondo una prima ricostruzione, si trovava in un terreno di sua proprietà in località San Carlo, per l’esattezza in contrada Cannavaro. Mentre stava lavorando la motozappa gli è finita sulle gambe provocandogli diverse gravi ferite. La prognosi è di 45 giorni. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Corleone che cercheranno di chiarire la dinamica dell’incidente.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin