Chiusura Rinascente, l'Ad: "C'è uno spiraglio per la permanenza a Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

La chiusura è stata annunciata per il 31 ottobre

Chiusura Rinascente, l’Ad: “C’è uno spiraglio per la permanenza a Palermo”

di
28 Ottobre 2020

“Non voglio illudere nessuno, ma per la permanenza di Rinascente a Palermo c’è ancora uno spiraglio“. Lo dice all’ANSA l’amministratore delegato Pierluigi Cocchini, dopo l’incontro di stamattina, in sede di Ministero del Lavoro, promosso dai due sottosegretari, il palermitano Steni Di Piazza e Francesca Puglisi. “Siamo in piena trattativa con Fabrica Immobiliare – aggiunge – e come gruppo stiamo offrendo molto di più rispetto al valore di mercato. Ci stiamo impegnando ad avvicinare le nostre rispettive posizioni”.

La riunione è stata aggiornata a venerdì mattina quando si dovrebbero tirare le fila della trattativa in corso tra
Rinascente e Fabrica Immobiliare, che gestisce per conto di Inarcassa l’immobile di via Roma a Palermo dove si trova la filiale del gruppo. “La mia sensazione – dice il sottosegretario del Lavoro Steni Di Piazza – è che la Rinascente resta perché ha sempre detto che vuol restare a Palermo, l’incontro è stato dai toni equilibrati tra persone responsabili, che comprendono il momento terribile che stiamo vivendo, credo che ci sia un riavvicinamento tra le parti”.

Dunque, tutto rimandato a venerdì mattina, in presenza dei due sottosegretari, del sindaco Leoluca Orlando, di Fabrica Immobiliare e Inarcassa, ma già in queste prossime ore Cocchini e i rappresentanti di Fabrica Immobiliare si sentiranno per continuare una trattativa che in un modo o in un altro si chiuderà venerdì. Anche perché Rinascente aveva annunciato la chiusura della sede di Palermo per sabato 31 ottobre.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin