Chiusura Rinascente, l'Ad: "C'è uno spiraglio per la permanenza a Palermo" :ilSicilia.it
Palermo

La chiusura è stata annunciata per il 31 ottobre

Chiusura Rinascente, l’Ad: “C’è uno spiraglio per la permanenza a Palermo”

di
28 Ottobre 2020

“Non voglio illudere nessuno, ma per la permanenza di Rinascente a Palermo c’è ancora uno spiraglio“. Lo dice all’ANSA l’amministratore delegato Pierluigi Cocchini, dopo l’incontro di stamattina, in sede di Ministero del Lavoro, promosso dai due sottosegretari, il palermitano Steni Di Piazza e Francesca Puglisi. “Siamo in piena trattativa con Fabrica Immobiliare – aggiunge – e come gruppo stiamo offrendo molto di più rispetto al valore di mercato. Ci stiamo impegnando ad avvicinare le nostre rispettive posizioni”.

La riunione è stata aggiornata a venerdì mattina quando si dovrebbero tirare le fila della trattativa in corso tra
Rinascente e Fabrica Immobiliare, che gestisce per conto di Inarcassa l’immobile di via Roma a Palermo dove si trova la filiale del gruppo. “La mia sensazione – dice il sottosegretario del Lavoro Steni Di Piazza – è che la Rinascente resta perché ha sempre detto che vuol restare a Palermo, l’incontro è stato dai toni equilibrati tra persone responsabili, che comprendono il momento terribile che stiamo vivendo, credo che ci sia un riavvicinamento tra le parti”.

Dunque, tutto rimandato a venerdì mattina, in presenza dei due sottosegretari, del sindaco Leoluca Orlando, di Fabrica Immobiliare e Inarcassa, ma già in queste prossime ore Cocchini e i rappresentanti di Fabrica Immobiliare si sentiranno per continuare una trattativa che in un modo o in un altro si chiuderà venerdì. Anche perché Rinascente aveva annunciato la chiusura della sede di Palermo per sabato 31 ottobre.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.