Chiusura Tonnara di Favignana, per Miccichè è colpa della Lega :ilSicilia.it

lo sfogo su facebook

Chiusura Tonnara di Favignana, per Miccichè è colpa della Lega

31 Maggio 2019

“Oggi è morta la Tonnara di Favignana. Lo ha deciso un sottosegretario della Lega – Salvini Premier e la cosa credetemi non mi da pace” a scriverlo in un post su Facebook, Gianfranco Miccichè presidente dell’Ars.

L’azienda Nino Castiglione, con un enorme sforzo economico e con il sostegno della giunta Musumeci, aveva da poco riaperto la storica struttura dando lavoro a centinaia di maestranze, restituendo al mondo una tra le più grandi tonnare del Mediterraneo e dal passato glorioso” si legge ancora nel post.

Soltanto un leghista di Oderzo, comune che dista 50 chilometri dal mare, uno che non sa neanche cosa sia il mare, figuriamoci l’industria conserviera ittica, poteva rendersi protagonista di una distribuzione delle quote tonno a totale svantaggio di Favignana” aggiunge Miccichè.

Continuiamo così – conclude Gianfranco Miccichè -continuiamo a votare Lega e Matteo Salvini consegniamo le chiavi del Paese a gente che affama il Sud: facciamoci del male! Invito tutti i deputati siciliani a Roma, di qualsiasi schieramento o partito, ad inchiodare alle sue responsabilità l’uomo di #Salvini e a chiedere una immediata revisione della distribuzione delle quote tonno“.

 

LEGGI ANCHE:

Miccichè scatenato dopo le Europee: “I leghisti ci prendono per il culo, ammazzerei chi li ha votati”

Tonnara di Favignana, la Castiglione costretta a chiudere: “Decisione sofferta”

 

Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Come se fosse Antani

Da oggi un nuovo blog s unisce a quelli già esistenti. Si intitola "Come se fosse Antani", con un riferimento più che esplicito al celebre film. "Amici miei". E' il blog di Giovanna Di Marco