"Cibo e Territorio", degustazione di prodotti tipici a Tortorici :ilSicilia.it
Messina

La kermesse il 25 Agosto, dalle ore 18

“Cibo e Territorio”, degustazione di prodotti tipici a Tortorici

22 Agosto 2019

Il 25 Agosto con inizio alle ore 18 si svolgerà a Tortorici (ME) la terza edizione di “Cibo e Territorio”. Una kermesse organizzata dalla Pro loco, con eventi tematici che attraverso l’enogastronomia, l’artigianato e la cultura locale, “racconta” i Nebrodi e Tortorici.

L’Agricoltura fonte primaria ed unica di tipicità, patrimonio culturale e salutistico, sarà protagonista assoluta, con la partecipazione di produttori, trasformatori e tecnici.

L’Ordine degli Agronomi e l’Ordine delle Professioni Sanitarie di Messina, ospiti del convegno e di tutta la manifestazione, saranno testimoni di crescita, sviluppo e divulgazione scientifica dei nostri tesori: colture agricole, produzione casearia, zootecnia.

Saranno presenti: Emanuele Galati Sindaco di Tortorici, Bernardette Grasso Assessore Regionale Enti Locali, Edy Bandiera Assessore Regionale Agricoltura. Saranno parte integrante di un consesso che da tre anni partecipa ai massimi livelli istituzionali, testimoniando attenzione e impegno verso un territorio che è patrimonio di tutti, da valorizzare e promuovere.

Nella serata del 25 a partire dalle ore 18.00 avrà luogo il Convegno in Piazza Zumbo con la partecipazione di: Dott. Stefano Salvo Presidente Ordine degli Agronomi, Dott. Nino Iuculano Dirigente ispettorato agrario Messina, Dott. Basilio Galati Agronomo, Dott. Giuseppe Morabito Vice Presidente Ordine Professioni Tecniche Sanitarie Messina, Dott. Giovanni Certo Presidente Ordine Professioni Tecniche Sanitarie Messina.

I rappresentanti dei due Ordini professionali (Agronomi e TSRM di Messina) e delle Istituzioni si confronteranno con i cittadini sulle inestimabili risorse: agricoltura e zootecnia, nonché sulle nostre produzioni locali come vera e propria fonte di benefici e Salute.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.