Ciclismo: alla scoperta del Giro della Sicilia, svelata l'edizione 2020 | VIDEO :ilSicilia.it
Siracusa

PARTENZA DAL VELODROMO DI NOTO

Ciclismo: alla scoperta del Giro della Sicilia, presentata l’edizione 2020 | VIDEO

8 Novembre 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Si è svolta oggi, all’interno della Sala degli specchi di Palazzo Ducezio a Noto, la presentazione della terza edizione del Giro della Sicilia.

La manifestazione ciclistica, rivolta principalmente agli amatori di questo meraviglioso sport, si svolgerà dal 25 aprile al 1 maggio 2020.

Alla presentazione hanno preso parte, fra gli altri, il sindaco del comune di Noto Corrado Bonfanti e l’assessore allo sport Giusi Solerte.

Presenti anche gli organizzatori dell’ASD GS Mediterraneo Marco Lampasona, Giovanni Sabella e Guido Grasso, nonché il testimonial Giampaolo Caruso. Durante l’evento è stato mostrato il video promo dell’evento, realizzato con alcuni dei concorrenti in gara.

presentazione Giro della SiciliaLa manifestazione è patrocinata dall’Assemblea Regionale Siciliana, dalla Regione Siciliana, dal comune di Noto ed è sostenuto da diverse aziende locali.

Un evento che non è solo sportivo, ma mira a valorizzare un intero territorio dal punto di vista turistico ed economico.

IL PERCORSO DEL GIRO DELLA SICILIA

Il Giro della Sicilia attraverserà i meravigliosi paesaggi offerti dalle provincia di Siracusa e Ragusa. Sono tante le meraviglie paesaggistiche attraversate dalla kermesse: dalla Val di Noto ai monti Iblei, i partecipanti toccheranno città quali Marzamemi, Palazzolo Acreide, Noto, Modica, Avola, e Ragusa.

Un mondo di cose da vedere in questa sei giorni di gare, che prenderà il via con il prologo all’interno del velodromo di Noto. Un esperienza unica per i team amatoriali, che avranno così la possibilità di provare l’esperienza della pista.

Un impianto che può contare su una pista di hand bike larga quattro metri e su una malta tricomponente ed antiscivolo, resistente alla pioggia. Caratteristiche che rendono l’impianto ibleo sicuro per i ciclisti, anche i meno esperti.

Un percorso che prevede, nella sua versione long distance, un “Garibaldi” da 515 km. I partecipanti potranno anche scegliere di correre tragitti più brevi: nella versione short, il percorso si ferma alle prime due tappe (136 km), mentre nel format medium si aggiungeranno i 119 km della tappa di Palazzolo Acreide.

Si registra un numero di iscrizioni già quintuplicato rispetto all’edizione 2019. Gli atleti, che arrivano non solo dall’Italia ma anche da paesi quali Svizzera, Germania, Olanda e Svezia,  sono evidentemente attratti da un percorso che offre un dislivello complessivo di oltre 7000 metri.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.
Ieri 17:03