Cicu (FI): "Subito un piano operativo per il centrodestra in Sicilia" :ilSicilia.it

L'europarlamentare di Forza Italia

Cicu (FI): “Subito un piano operativo per il centrodestra in Sicilia”

di
29 Agosto 2017

“Per storia, cultura, dimensione, economia, popolazione, la Sicilia è una regione fondamentale che merita un futuro all’altezza della sua importanza. Ecco perché il centrodestra, per le imminenti elezioni regionali, deve dar vita subito ad un piano operativo e di idee con liste formate dai suoi migliori giovani, donne, uomini, in cui a prevalere siano le capacità e le competenze”.

Lo afferma Salvatore Cicu, europarlamentare di Forza Italia eletto nella circoscrizione Sicilia e Sardegna. “L’unità del centrodestra è imprescindibile – continua Cicu – e non può che vedere in prima linea due grandi protagonisti come il ticket Musumeci e Armao con i quali volteremo finalmente pagina rispetto all’inconcludente gestione Crocetta ed eviteremo il disastro di consegnare l’isola ai 5 Stelle, la cui incapacità di governo è ormai diventata chiara a tutti. Occorre, peraltro, allargare alla partecipazione civica e creare un’ampia coalizione con altri protagonisti come Roberto Lagalla, ex rettore dell’Università di Palermo”.

“Il presidente Berlusconi aveva detto chiaramente che avrebbe fatto prevalere l’unità e così è stato; adesso non resta che ufficializzare al più presto il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Sicilia”, conclude l’esponente azzurro.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.