Cimitero di Ciaculli a Palermo, primo sì in commissione all'Ars :ilSicilia.it

il fatto

Cimitero di Ciaculli a Palermo, primo sì in commissione all’Ars

di
29 Luglio 2021

Ieri in Commissione Bilancio all’Ars, presieduta dall’on. Riccardo Savona del gruppo parlamentare di Forza Italia, è stato concesso il parere favorevole sulle risorse FSC, grazie al quale, su proposta della deputata Marianna Caronia, è stato approvato il finanziamento di 15 milioni di euro da destinare al cimitero di Ciaculli.

“Dopo diversi anni dalla presentazione del progetto e il diniego dell’Amministrazione Orlando – afferma il presidente Savona – finalmente si mette un punto a tale scandaloso problema cittadino. Non è possibile che a causa della burocrazia, dal Comune di Palermo ci sia stato uno stallo totale sulla vicenda. A pagarne le conseguenze sono i familiari dei defunti, che non possono garantire una sepoltura dignitosa ai propri cari. Per tale motivo ho preteso che in Commissione all’Ars si arrivasse a tale risoluzione: la spesa di 15 milioni di euro per correre subito ai ripari e rimediare con celerità alle inadempienze passate”.

Quindici milioni per realizzare il nuovo cimitero e supportare il Comune di Palermo verso il superamento dell’emergenza. Sono stati stanziati ieri dalla Commissione Bilancio dell’Assemblea regionale su proposta della deputata Marianna Caronia, che ha presentato un’apposita scheda da inserire nella riprogrammazione dei fondi del Fondo nazionale di Sviluppo e Coesione. All’interno del piano, che vale complessivamente circa 770 milioni di euro, è stato inserito un capitolo specifico per il nuovo cimitero da realizzare in contrada Balate nel quartiere di Ciaculli: un primo stralcio del programma dell’intervento complessivo da circa 70 milioni di euro e che permetterà la realizzazione dei servizi generali e dei primi campi di inumazione.

Adesso non ci sono più scuse – afferma Caronia per procedere speditamente alla progettazione dell’intervento, che è davvero l’unica soluzione per dare una risposta definitiva all’emergenza sepolture in città. Spero che il Comune non si faccia sfuggire questa straordinaria opportunità perché sarebbe una colpa imperdonabile. Per questo la Commissione ha dato un tempo strettissimo, di 90 giorni, per completare il progetto e partire con la fase esecutiva“.

“Entro poche settimane sarà di 30 milioni il totale delle somme a disposizione del Comune per realizzare il nuovo cimitero di Ciaculli. Somme che rendono sempre più Orlando responsabile per la soluzione dell’emergenza. Grazie all’iniziativa di Marianna Caronia, onorevole regionale e consigliere comunale di Palermo, nella riprogrammazione dei fondi del Fondo nazionale di Sviluppo e Coesione, proprio ieri sono stati stanziati 15 milioni di Euro dalla Commissione Bilancio dell’Ars, che si sommano agli altri 15 milioni di euro, già a disposizione grazie da gennaio del 2020 con la rimodulazione dei fondi CIPE. Anche se il progetto complessivamente vale 75 milioni, le some già a disposizione permetterebbero di fare immediatamente una progettazione esecutiva e la realizzazione dei primi ampi stralci rendendo disponibili migliaia di sepolture. Quella del nuovo cimitero è l’unica vera soluzione  alla vergognosa emergenza bare che ha reso Palermo tristemente famosa in tutto il mondo”.

Lo dichiara il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Igor Gelarda.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.