Cinema: troupe italo-americana gira una serie sulla Sicilia :ilSicilia.it

Sarà prodotto dall' americana "Lost Pilot Films"

Cinema: troupe italo-americana gira una serie sulla Sicilia

di
16 Giugno 2021

Una troupe italo-americana, con a capo il regista e produttore Mike Allen e il marsalese Francesco Torre, attore, regista e produttore, da 24 giorni batte in lungo e largo la Sicilia per realizzare “Mike Loves Sicily”, un travel show che racconta l’Isola.

Prodotto dall’ americana “Lost Pilot Films“, in collaborazione con la Società Melqart (Trapani) e l’associazione Eromeo di Marsala, scritto diretto e interpretato da Francesco Torre e Mike Allen, Mike Loves Sicily racconta l’amore, che accomuna gli ideatori del progetto, verso la Sicilia, terra alla quale sono legati indissolubilmente.

Allen, che lavora come montatore per la tv americana in grandi eventi sportivi, tra i quali Wimbledon e il Roland Garros, è figlio di una donna di Cerda. Nel 2019, in Sicilia ha scritto e diretto il film “The Lasting Season“, prodotto da “Lost Pilot Films”, che racconta la storia di Angelo (Matt Wayne) un ragazzo italo-americano, direttore del suono per la tv Usa, che viste le sue origini siciliane decide di intraprendere un viaggio per l’Isola, guidato da Paolo (Francesco Torre), un giovane artista locale, con il desiderio di lasciare il suo paese.

Mike Loves Sicily, 10 episodi di 30 minuti ciascuno, sarà una vera e propria guida al turista, in versione video, sulla Sicilia.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin