Cinisi, disabili vanno a scuola con l'auto blu del sindaco: deserta la gara per affidare il servizio :ilSicilia.it
Palermo

Era da ottobre che non frequentavano le lezioni

Cinisi, disabili vanno a scuola con l’auto blu del sindaco: deserta la gara per affidare il servizio

di
30 Gennaio 2018

E’ andata deserta la gara indetta dalla Città Metropolitana per affidare il servizio di trasporto dei disabili: da ottobre gli studenti di Cinisi e Terrasini hanno difficoltà ad andare a scuola. Ora la decisione di risolvere il problema, e per farlo a Cinisi si ricorre all’auto blu del sindaco.

“La Città Metropolitana non ha garantito il servizio ai disabili per la provincia solitamente organizza una grossa gara che è andata deserta, quindi – racconta – Marina Maltese assessore alla pubblica istruzione, edilizia scolastica e servizi sociali del comune di Cinisi – si limita a rimborsare le famiglie e delega a loro l’organizzazione del trasporto. Sono famiglie però  – spiega – che non solo vivono la tragedia di avere un ragazzo disabile ma hanno anche disagi economici fortissimi, per cui non hanno neanche il mezzo per portare i ragazzi nella scuola più vicina e quindi si è verificata la situazione incredibile dei ragazzi che rimangono a casa. E’ da ottobre che i ragazzi non vanno a scuola, pure essendo un diritto costituzionalmente garantito. Così, insieme all’assessore del comune di Terrasini Cinà, dopo una serie di incontri con la Città Metropolitana per cercare di spingere a sopperire a questa manchevolezza abbiamo risolto: per quanto riguarda i ragazzi che vanno a Palermo abbiamo fatto una sintesi fra i genitori che direttamente hanno affidato loro il servizio a un ente privato, il rimborso che ricevono dalla provincia viene devoluto a questo servizio. I ragazzi che vanno a Carini sono rimasti fuori da questa organizzazione, quindi abbiamo garantito il servizio mettendo a disposizione la macchina blu del sindaco con l’autista che tutte le mattine farà la spola tra Cinisi e Carini per cui tre ragazzi nostri che frequentano il Mustia di Carini torneranno a scuola. Questa – racconta – si pone sulla scia di un’altra iniziativa della scorsa estate quando la macchina era stata messa a disposizione dei disabili  due volte alla settimana per accompagnare i ragazzi al mare, cosa che ripeteremo anche quest’estate. Certo l’impegno preso ora è più oneroso perché giornaliero in andata e al ritorno. I ragazzi è chiaro che saranno accompagnati dai genitori che si daranno il turno”. 

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin