Cinque candidati per il M5S. Le correnti grilline si contano per le "comunarie" | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

I 37 candidati sono stati votati da 524 votanti sul web

Cinque candidati per il M5S. Le correnti grilline si contano per le “comunarie”

di
30 Dicembre 2016
grillo-compleannoCinque candidati a sindaco di Palermo, cinque come cinque sono le stelle del movimento griffato Beppe Grillo. Sorride con Samantha Busalacchi sospesa dai probiviri perché indagata nell’inchiesta firme false di Palermo, gira per il pub con Loredana Lupo, sorseggia un aperitivo con Francesco Lupo, fratello della deputata nazionale. L‘occasione è speciale, il cocktail organizzato in un locale di Palermo dai 5stelle in difesa della costituzione. Il voto del referendum è ancora caldo. Tiziana Di Pasquale non sa ancora che da lì a poco sarebbe finita nella top five da dove a breve uscirà fuori il candidato grillino a sindaco di Palermo. Di Pasquale è un ingegnere, s’è avvicinata al movimento nell’estate dell’anno scorso, all’inizio è vicina ai cosiddetti ‘moderati’. Di Pasquale qualche giorno fa viene ritratta in alcune foto postate su Facebook in compagnia dei ‘monaci’, la corrente del parlamentare Riccardo Nuti, anche alla festa di compleanno del ‘Grillo di Palermo’, lo storico meetup dove risulta iscritta; in realtà è la sola tra la rosa dei papabili ‘sindaci’, gli altri 4 concorrenti al voto on line, che si celebrerà a gennaio, infatti hanno optato per l’alternativa.

Ugo Forello
, Giulia Argiroffi e Giancarlo Caparotta stanno nel meetup ‘Palermo in movimento’, creato qualche giorno fa dall’attivista Adriano Varrica, mossa che ha sancito la scissione del gruppo dei 5stelle nel capoluogo siciliano, travolto dallo scandalo delle firme false per le comunali del 2012, inchiesta che la Procura sta per chiudere con le richieste di rinvio a giudizio. Equidistante dai due schieramenti invece è Igor Gelarda, poliziotto, considerato l’outsider tra i cinque. Stando ai numeri, in questo momento sembra che i ‘monaci’ stiano subendo il colpo dello scandalo. Gran parte dei 37 candidati consiglieri per le comunali della prossima primavera, scelti dai 524 votanti sul web – meno di un terzo dei 2 mila iscritti al blog di Grillo con diritto di voto – sono vicini al neo meetup ‘Palermo in movimento’ che ha in Gianpiero Trizzino, deputato regionale all’Ars, il punto di riferimento nelle istituzioni.
referendumeLe grandi manovre sono cominciate. Ufficialmente nessuna indicazione di voto, in realtà si lavora sottotraccia. Il grande favorito è Ugo Forello, avvocato e tra i fondatori di Addiopizzo. E’ il ‘grande nemico’ dei ‘monaci’: l’avvocato Domenico Montalbano, legale dei deputati nazionali indagati (Riccardo Nuti, Claudia Mannino e Giulia Di Vita), in un esposto ha indicato Forello come il manovratore, colui che ha convinto i deputati regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, anche loro indagati, a collaborare con la Procura. Su Forello potrebbero convergere i voti delle ‘colombe’ anche perché, spiega una fonte grillina a ilSicilia.it, Giulia Argiroffi, due lauree in ingegneria e architettura, e Giancarlo Caparotta, anche lui ingegnere, che fanno parte dello stesso gruppo, non avrebbero fatto salti di gioia alla notizia di essere stati inseriti nell top five. In mezzo c’è Igor Gelarda, il poliziotto sindacalista che si è dato molto da fare negli ultimi mesi, mostrandosi in diverse occasioni a fianco di Luigi Di Maio e attirandosi per questo i sospetti degli attivisti storici. Su gelarda puntano alcuni attivisti rimasti ai margini del movimento perché in rotta con i ‘monaci’. Tra i suoi sponsor il poliziotto può vantare certamente Luigi Scarpello, l’imprenditore che quattro anni fa prestò il locale di via Sampolo, trasformato dai 5stelle in comitato elettorale, dove ssarebbe avvenuta la falsificazione delle firme. Scarpello è nella lista dei candidati a consigliere comunale, così come Mauro Giulivi, l’attivista ‘monaco’ che ha chiuso il forum pentastellato accelerando la scissione nel movimento.
© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

VaffanCovid

A te che vuoi toglierci tutte le speranze ed i progetti sul futuro, a te che pretendi di non darci nessuna tregua, un sincero ed accorato... VaffanCovid!

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Agenda

di Renzo Botindari

Memento di una Persona Perbene

Mentre tutti oggi onorano la rimembranza di questi personaggi, io amareggiato penso a quelle che saranno state le loro ultime ore di vita, delusi, traditi e chiusi in sé stessi nell’attesa che qualcosa di brutto potesse accadergli.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin