Cisl Scuola: "Ministro istruzione si scusi con gli insegnanti della Sicilia" :ilSicilia.it

IL CASO

Cisl Scuola: “Ministro istruzione si scusi con gli insegnanti della Sicilia”

di
11 Febbraio 2019

“Il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti dovrebbe semplicemente scusarsi pubblicamente per le sue infelici affermazioni con tutti gli operatori del sistema scolastico che al Sud, e in Sicilia, garantiscono attività e missione formativa in contesti di cronica arretratezza delle strutture scolastiche e di disagio sociale”. Cosi Francesca Bellia segretario generale Cisl Scuola Sicilia interviene dopo le parole del Ministro alla Pubblica Istruzione Bussetti sugli insegnanti del Sud.

“Purtroppo da quella frase pronunciata di fretta traspare l’esatto pensiero sul Meridione della compagine politica che sostiene il governo di cui fa parte. L’intera comunità scolastica siciliana non può non sentirsi umiliata e frustrata quando, invece di riconoscere le difficoltà e lo spirito di sacrificio, si lanciano messaggi preoccupanti e fuorvianti rispetto alle reali condizioni di fragilità e di scollamento istituzionale in cui è lasciato il sistema scolastico al Sud più che al resto del Paese” .

Bellia conclude: “Il Ministro dovrebbe sapere che il divario col resto del Paese nella scuola è il frutto dei tagli e dei ritardi di investimenti e risorse che si trascina da tempo. Una situazione che dovrebbe casomai sollecitare ancora di più un ministro della Repubblica ad assumersi gli oneri e le responsabilità che gli competono”.

 

LEGGI ANCHE:

Papatheu: “Bussetti ha offeso il Sud, si dimetta subito e vada a studiare”

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin