Città allagate nel messinese. Giardini Naxos e Taormina impraticabili. Si teme per le aree colpite nel 2015 | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Città allagate nel messinese. Giardini Naxos e Taormina impraticabili. Si teme per le aree colpite nel 2015

di
25 Novembre 2016
Incubo maltempo anche nella provincia di Messina ed in particolare nella zona ionica, flagellata dai violenti nubifragi abbattutisi in questo fine settimana senza tregua sulla Sicilia. Allagamenti e strade impraticabili a Taormina ma soprattutto a Giardini Naxos. Proprio a Naxos, nella seconda stazione turistica siciliana, si registrano gravi danni, ed in particolare la zona di “San Giovanni” è stata sommersa dall’acqua con abitazioni a piano terra e negozi raggiunti dall’acqua, e residenti costretti per diverse ore a rimanere bloccati in casa. E’ una situazione drammatica quella determinata dalle piogge in vari punti di Giardini, dalla via Umberto sino a Calcarone, dove le strade si sono trasformate in un torrente in piena, trascinando via anche diverse auto. Impressionanti le immagini della gente intrappolata in strada. Un automobilista in seria difficoltà è stato salvato da alcuni volontari mentre si trovava in balia della furia dell’acqua.

Anche in altri Comuni dell’hinterland il quadro è critico. I torrenti “Antillo” e quelli che dividono Furci da Santa Teresa di Riva e e S.Teresa da Sant’Alessio Siculo, il “Savoca” e l’”Agrò” si sono nuovamente ingrossati. L’”Antillo” è esondato all’altezza della zona del campo sportivo e in contrada “Due Fiumare”. Si teme per le aree già devastate dall’alluvione dell’ottobre 2015. Diverse aree rimangono esposte al dissesto idrogeologico ed ai relativi pericoli.
La strada provinciale 19 che conduce a Savoca e Casalvecchio Siculo è stata interdetta al traffico a causa di una frana, al Km 2,3. Era già in vigore il senso unico alternato, ma la Città Metropolitana, in seguito alla caduta di nuovi massi, ha deciso di chiudere l’arteria in modo assoluto per impedire rischi alla pubblica incolumità. Sono rimaste, inoltre, isolate anche Savoca e Casalvecchio, raggiungibili soltanto attraverso un tortuoso percorso alternativo, reso ancor più impervio dal maltempo.

E sempre il nubifragio di questo sabato ha determinato uno smottamento sulla Strada provinciale 23 che collega Santa Teresa di Riva con la frazione casalvetina di Rimiti, borgata rimasta isolata. A Furci Siculo si teme la piena del torrente Savoca, che costeggia l’arteria che dalla Statale conduce a Grotte e Calcare. Lungo il torrente Agrò le acque hanno già invaso la passerella realizzata dall’Anas in vista dei lavori lungo il ponte che collega S. Alessio e S. Teresa di Riva attraverso la Statale 114. Le forte piogge hanno creato danni anche nei centri abitati della Valle dell’Alcantara.

(EC)

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.