20 febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.47
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
caronte manchette sx e dx dal 28/08 a fine contratto 17/11
Messina

Incontro a Palazzo Zanca con i vertici dell'azienda

Città Metropolitana di Messina: De Luca avvia un tavolo tecnico con Caronte & Tourist

9 luglio 2018

Il sindaco metropolitano Cateno De Luca, insieme al vicesindaco Salvatore Mondello, ha incontrato nella giornata odierna a Palazzo Zanca, i vertici sia amministrativi che tecnici, dell’azienda Caronte & Tourist.

“Nell’ottica che ha contraddistinto da subito questa Amministrazione, la parola d’ordine è sinergia con tutti gli attori attivi sul territorio comunale – ha evidenziato De Luca – e in tal senso l’incontro di oggi, oltre alla visita istituzionale, ha gettato le basi per un futuro scenario di sviluppo condiviso della città. Si è discusso pertanto della possibilità di definire per lunedì 16 luglio un tavolo tecnico operativo per affrontare le questioni legate al prossimo esodo estivo con il coinvolgimento degli altri vettori privati dell’area dello Stretto, alla presenza del vicesindaco nonché assessore alla Mobilità Urbana e Extra Urbana, Salvatore Mondello, il dirigente al ramo, il Corpo di Polizia municipale ed i responsabili della citata Azienda”.

Caronte & Tourist, punto di riferimento nei collegamenti via mare per il Centro ed il Sud Italia, è una realtà simbolo della Città di Messina, un modello aziendale virtuoso e all’avanguardia, in costante crescita, che può contare infatti oggi sull’impegno quotidiano di 1200 dipendenti ed ha raggiunto un fatturato che supera i 200 milioni di euro.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Non sono mai Bianche

Chi sa quante volte era ritornato su quel posto con la mente. Ci tornava costantemente rivivendo la stessa mattinata, sempre la stessa, per cercare dove quella volta aveva sbagliato. Aveva poco più che trenta anni e lavorava da sempre.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Figlio inferiore e padre superiore

Le paturnie e i pensieri ossessivi sono alimentati dagli oggetti interiorizzati, dalla rappresentazione interna dei genitori, in questo caso, specialmente, del padre, idealizzato come uomo superiore, contro lui che è, invece, l’uomo inferiore.