19 luglio 2018 - Ultimo aggiornamento alle 15.09
Messina

i progetti dovranno essere approvati dal MIUR

Città Metropolitana di Messina, progetti per la messa in sicurezza di diciassette edifici scolastici

20 febbraio 2018

Si è conclusa lo scorso 15 febbraio la procedura di perfezionamento delle candidature per diciassette progetti definitivi relativi ad altrettanti edifici scolastici di competenza della Città Metropolitana di Messina, per i quali il Servizio Edilizia Scolastica dell’Ente disponeva del preventivo parere antincendio rilasciato recentemente dai Vigili del Fuoco.

L’attività progettuale fa riferimento alla Programmazione 2014/20 – PON Scuola – FESR – Asse II Avviso n. 35226 del 16 agosto 2017 – Azione 10.7.1 – “Interventi di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici adibiti ad uso scolastico”.

I progetti hanno privilegiato gli interventi finalizzati all’ottenimento dei necessari certificati di prevenzione incendio e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, eccezion fatta per due edifici per i quali è stata prevista la realizzazione di spazi per l’attività sportiva. Gli istituti ricompresi in questa prima fase procedurale sono: a Messina l’I.T.T. “Verona Trento”, l’I.I.S. “Bisazza”, il Liceo Scientifico “Seguenza”, l’I.T.E.S. “Jaci”, l’Istituto Nautico “Caio Duilio” e l’I.I.S. “Maurolico”; a Furci Siculo l’I.P.S.I.A. “Pugliatti”; a Giardini Naxos il Liceo Scientifico “Caminiti”; a Milazzo l’I.T.T. “Majorana”, l’I.I.S. “Impallomeni”, l’I.T.E.T. “Leonardo Da Vinci” e l’I.P.S.A. “Leonti”; a Mistretta il Liceo Classico “Manzoni”; a Lipari l’I.T.E.T. “Vainicher”; a Patti l’I.P.S.I.A. “Faranda”; a Sant’Agata Militello l’I.T.T. “Torricelli” e l’I.I.S. “Fermi”.

I progetti dovranno superare l’approvazione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca per la successiva ammissione a finanziamento; soltanto in una seconda fase si potranno avviare le procedure per la redazione dei rispettivi progetti esecutivi.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Strade e Scarpe

Ora potremo essere capitale di qualunque cosa, potremo candidarci ad accogliere tutto il mondo, ma fin quando le strade saranno piene di buche, la città sarà pur sempre una città da terzo mondo.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.