Claudio Collovà: "Il teatro è un lavoro faticoso che insegna a vivere" | Video intervista :ilSicilia.it
Palermo

il debutto il 29 gennaio

Claudio Collovà: “Il teatro è un lavoro faticoso che insegna a vivere” | Video intervista

di
27 Gennaio 2019

Guarda la video intervista in alto 

Dall’affido ai servizi sociali esterni alle tavole di un palcoscenico: Claudio Collovà continua a credere nel teatro come strumento di crescita e individuazione e, coinvolgendo sei ragazzi, porta in scena allo Spazio Franco dei Cantieri Culturali della Zisa, il 29, 30 e 31 gennaio (ore 21) “Il piccolo Amleto“, frutto del primo anno del Progetto “Palermo oltre le mura. A teatro con Shakespeare”.

Il piccolo Amleto

I giovani attori sono: Giovanni Paolo Di Fiore, Maria Cristina Florio, Giuseppe Greco, Angela Lo Presti, Davide Palmeri, Stan Razvan Costel.

La scelta del tema e dell’autore non è casuale, come ci dice Collovà nella video intervista, in linea con la finalità del progetto individuata in collaborazione con il Ministero della Giustizia, il Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità, il Centro di Giustizia Minorile della Sicilia e l’USSM Servizi sociali per i minori di Palermo.

A teatro con Shakespeare” considera che i temi trattati nelle tragedie shakespeariane, giustizia e vendetta, la lotta per il potere e il dominio, la lealtà e il tradimento nelle tragedie cosiddette familiari, la forte relazione tra il dolore e la violenza, il potere dell’amore, e il ravvedimento sia sociale che individuale, siano temi che appartengano innanzitutto all’uomo, con un linguaggio molto concreto e allo stesso tempo intimo, in grado di raccontare anche a un gruppo di adolescenti storie drammatiche e molto affascinanti che li riguardano da vicino.

Il piccolo Amleto“, tratto dell’amore incompiuto tra Amleto e Ofelia si sviluppa intorno a questo nucleo narrativo considerato centrale: l’elaborazione drammaturgica originale verte su una coppia di amanti che avrebbe potuto vivere un diverso destino se non fosse stato lacerato da ordini adulti e paterni.

Evadere con il teatro: non è un gioco di parole ma una possibilità concreta, l’occasione di confrontarsi e di creare le basi per una futura professione.

Collovà
Claudio Collovà

Durante il laboratorio – ci ha detto Collovà – i ragazzi hanno compreso le parole di Shakespeare, le hanno rese concrete e oggi le recitano con padronanza. All’inizio ci sono sempre molte difficoltà ma poi si diventa amici e si lotta per realizzare qualcosa insieme. Non è facile andare in scena e stare davanti ad un pubblico, penso che il teatro soprattutto in queste situazioni aiuti e serva a dimenticare alcune cose ma è importante continuare anche fuori dal carcere“.

Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con Comune di Palermo – Assessorato alla Cultura, Cantieri Culturali alla Zisa, Associazione Baccanica, Officine Ouragan, Officine del Costume, Coordinamento Nazionale di Teatro e Carcere e Spazio Franco, prevede un’offerta libera all’ingresso (informazioni e prenotazioni allo 3662150293).

Scheda dello spettacolo

“Il piccolo Amleto”
direzione Claudio Collovà
co-direzione Daniela Mangiacavallo
assistenti laboratorio: Eletta Del Castillo, Giuditta Jesu
costumi Roberta Barraja
assistenza ai costumi: Marta Fasulo, Francesca Mandalà, Alice Perez
fotografia Alessia Lo Bello

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro