Club Med di Cefalù, prosegue a ritmo serrato il cantiere delle vacanze in vista della riapertura :ilSicilia.it

La scommessa siciliana del resort

Club Med di Cefalù, prosegue a ritmo serrato il cantiere delle vacanze in vista della riapertura

di
13 Aprile 2018

Non tutto ancora è pronto, ma la road map per rispettare l’atteso giorno della ripartenza, procede, a ritmo serrato.

Tra meno di due mesi, il prossimo 10 giugno ripartirà il nuovo Club Med di Cefalù.

Un sogno tenuto a lungo nel cassetto che rinasce proprio quando in molti avevano perso la speranza. Un investimento da oltre 60 milioni di euro. In ballo il riposizionamento del ”brand” sull’Italia. Non soltanto una piccola rinascita di turismo locale.

Una scommessa da cogliere al volo per una comunità che punta a vivere di turismo, ma spesso non riesce a superare le contraddizioni ataviche di cui si nutre.  Adesso c’è una possibilità concreta in più per andare oltre.

Manca poco al tutto esaurito ad agosto e il primo cinque tridenti del Club Med nel Mediterraneo e in Europa ci tiene a non avere il fiato corto e a mantenere un passo lungo per reggere il ritmo agguerrito, a misura di concorrenza dei resort di nicchia.

Gli elementi richiesti dall’azienda per i lavoratori da assumere sono stati incardinati in profili molto precisi, al cui interno, ovviamente, non può mancare una robusta e solida conoscenza di più lingue straniere. Saranno quasi 200 i dipendenti con contratto sul libro paga dell’azienda, con la struttura che potrebbe rimanere aperta per dieci mesi l’anno e che punta a riprendere il fascino del suo passato, rigenerandolo in un tempo immutato per quanto riguarda lo scenario e adattandolo alle crescenti esigenze di una fascia alta di mercato.

Progettista è lo Studio King e Roselli, general contractor Arteria, società italo-francese che  cura i rapporti tra Club Med, Europa risorse e la direzione dei lavori.

Sono previste piccole strutture con muretti di pietra chiamate a ricordare le abitazioni di campagna del passato. Saranno collocate al di là dei 150 metri dalla battigia, mentre stanno nascendo 120 bungalow in legno con terrazza  costruiti con moderne tecnologie con ciascuno due posti letto, a ridosso del mare di Cefalù. Complessivamente si arriverà, a cantiere finito e a lavori completati, a 170 “case a secco” e 13 suites.

Nascono inoltre tre ristoranti, uno tradizionale internazionale a buffet sul modello storico del Club Med,  uno collocato dove in passato era ospitato il vecchio ristorantino sulla spiaggia, ed una proposta con un locale di qualità per puntare sulla cucina mediterranea, che sarà aperto da mezzogiorno sino a  tarda sera.

L’incendio di giugno 2015 ha stravolto i piani operativi di lavoro con una modifica al programma. I tempi si sono inoltre allungati anche a causa del fatto che la Sovrintendenza ha chiesto la realizzazione di alcune varianti al progetto, propedeutiche ai calcoli strutturali. Il sogno della ripartenza adesso però è più vicino.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Ieri 19:26