23 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 17.53

La nota dell'assessore regionale

Cmc, ripartono i lavori ma ancora niente soldi ai creditori. Falcone: “Cantieri a rischio”

21 Marzo 2019

La Caltanissetta-Agrigento e la Agrigento-Palermo rischiano ancora una volta la paralisi“. Lancia un nuovo allarme l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, in missione a Roma per incontrare i vertici Anas. Le imprese sono ritornate nei cantieri di Cmc ma l’erogazione di dieci milioni di euro per pagare i lavori, pattuita dall’azienda, dall’Anas e dagli affidatari strategici con la mediazione del Governo Musumeci, non è ancora avvenuta.

Per tutta la giornata del 20 marzo, l’assessore Falcone ha seguito l’evolversi della situazione con tutta una serie di telefonate con i dirigenti di Cmc, i commissari e le ditte affidatarie “per sbloccare un’impasse – commenta l’assessore – che purtroppo, nonostante le rassicurazioni, non trova soluzione“.

Falcone è a Roma con l’intento di sbloccare l’erogazione di questa prima tranches di fondi e consentire così che i lavori possano regolarmente continuare. “Sembra di essere al gioco dell’oca – dichiara Falcone – e dobbiamo porre fine a una situazione in cui, per ogni passo avanti, se ne fanno due indietro e uno di lato”.

Leggi anche:

Agrigento-Caltanissetta, rischio nuovo stop ai lavori

Tag: