Coime, sindacati ai 5stelle: "Basta propaganda. Chiedano sblocco contratto al loro capo politico" :ilSicilia.it

l'appello

Coime, sindacati ai 5stelle: “Basta propaganda. Chiedano sblocco contratto al loro capo politico”

di
17 Agosto 2019

È certamente sorprendente che la capogruppo al comune di Palermo del movimento cinque stelle, Concetta Amella, abbia presentato un’ interrogazione sulla vicenda dei lavoratori del Coime quando il problema dipende dal blocco dei rinnovi contrattuali, la cui competenza spetta proprio al ministro del Lavoro e quindi al loro capo politico“, a dirlo, in una nota congiunta, il segretario regionale della Filca Cisl, Paolo D’anca e il segretario generale della Fillea Cgil Palermo, Piero Ceraulo e Ignazio Baudo della Feneal Uil.

È altresì singolare – prosegue la nota – che si avverta l’esigenza di sollevare il tema proprio a ferragosto quando noi come sindacati abbiamo, ormai da parecchio tempo, più volte sollecitato un incontro con i capigruppo al comune per cercare di trovare una soluzione. Non è più accettabile – si legge ancora nella nota-che si continui a fare propaganda elettorale sulle pelle dei lavoratori”.

Il movimento cinque stelle se ha veramente a cuore la vicenda dei lavoratori si intesti la battaglia e si mobiliti insieme ai sindacati per velocizzare il rilascio del parere positivo del Mef, la cui richiesta di autorizzazione per l’adeguamento delle retribuzioni, sarà avanzata, come promesso dal sindaco Orlando, il prossimo 26 agosto“, concludono.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin