Collesano: il "Trinacria Green Festival" diventa rock contest nel circuito Mei :ilSicilia.it
Palermo

dall’8 al 12 agosto

Collesano: il “Trinacria Green Festival” diventa rock contest nel circuito Mei

di
9 Agosto 2019

È la settima edizione quella che andrà in scena a Collesano, nel palermitano, dall’8 al 12 agosto. Il Trinacria Green Festival 7.0 è un appuntamento ormai consolidato del cartellone estivo del piccolo borgo madonita.

Per gli organizzatori, supportati da sponsor privati e dal patrocinio del Comune, è un contenitore che mette dentro musica e artigianalità: si esibiscono sul palco, in zona campetti, band, cantautori, artisti affermati e artisti locali non professionisti che danno forma a musical “a km zero”. Questi, infatti, sono messi su da maestranze locali che curano, nell’arco di un intero anno, costumi, scenografie, allestimenti vari, parti e adattamenti.

Lo start è affidato a loro che con “La bella e la bestia” hanno avviato ieri la prima delle quattro serata previste per passare il testimone alla due giorni del rock contest, che pur alla sua prima edizione ha già inserito la tappa collesanese nel circuito Mei, il noto meeting delle etichette indipendenti.

In collaborazione con Radio One, il contest collesanese è rivolto a cantautori, interpreti siciliani e a band composte almeno per la metà da residenti nella regione, perché l’obiettivo dichiarato degli organizzatori è quello «di promuovere e valorizzare i giovani musicisti, autori ed interpreti siciliani».

Il 9 e il 10 agosto, a partire dalle 18, spazio ai live dei dieci concorrenti selezionati davanti a una giuria tecnica composta da Max Geraci di Radio Italia, da Zingaro Gixy, responsabile casting Sicilia “Sanremo Rock”, e da Luca Scimeca di Radio One. Con loro, Santino Macaluso, collaboratore del Mei Fest e organizzatore di festival musicali; Salvo Fullone, “musicante” come Roy Paci ama definire i componenti delle bande locali, e Ignazio Dolce, project manager del “Roccella Festival” presieduto da Mogol. Il primo classificato staccherà un biglietto per il Mei di Faenza, dove si esibirà dal 2 al 4 ottobre.

Ecco i nomi: AFA, Das ES, Vittorio Chiparo, Matla, The Wond3rland, Granja – band, Disfonica Sound, Kàmina, Vago e Andrea Miccoli.

Chiudono la serie di appuntamenti i Tinturia in concerto la sera dell’11 agosto e, l’indomani, il “The Voice Day 3.0”, il concorso a premi su due categorie (vinile e cdj) rivolto agli aspiranti dj e dedicato al trentenne Carmelo Guzzio, vocalist collesanese, dj e organizzatore di eventi prematuramente scomparso tre anni fa.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.