13 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.09
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

Pronto a fare ricorso

Colpo di scena: escluso dalla Corte d’appello pure il listino di Busalacchi

9 ottobre 2017

L’ufficio elettorale presso la Corte d’Appello di Palermo ha ricusato il listino regionale di Franco Busalacchi, candidato alla presidenza della Regione siciliana per il movimento “Noi siciliani-Sicilia libera e sovrana”. L’esclusione del listino fa decadere tutte le liste provinciali. Busalacchi annuncia che domani presenterà ricorso.

Secondo quanto si apprende dallo staff di Busalacchi, l’ufficio elettorale contesta la validità di circa 1.300 delle oltre 1.800 firme raccolte dal movimento ‘Noi siciliani’ a supporto del listino del presidente, cui sono collegate le liste provinciali. L’ufficio elettorale non avrebbe invece contestato le firme raccolte per la lista di Palermo. Con Busalacchi si erano schierati Lucia Pinsone, presidente del movimento “Vox Populi Voluntas Dei”, che alla luce dell’intesa aveva ritirato la propria candidatura alla presidenza della Regione siciliana, e Giuseppe Cipponeri, referente in Sicilia del “Popolo delle partite Iva-Autonomi e Lavoratori Uniti”.

Anche la lista del candidato Piera Lo Iacono è stata data tra quelle a rischio, ma i problemi paiono essere stati superati. Problemi con il numero di firme validamente raccolte e difficoltà legate più in generale alla documentazione presentata, le cause che sarebbero alla base dell’esclusione.

La possibilità di ricorrere è estesa, oltre che all’organo che ha adottato  il provvedimento anche al Tribunale amministrativo regionale. Strada che è stata adottata e percorsa ad esempio dalla lista Micari a Messina esclusa, con Crocetta al momento rimasto fuori dalla corsa per un posto all’Ars.

Il ricorso al Tar però richiede tempi più dilatati, anche se relativamente brevi, e comporta un margine di manovra ristretto.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.